Non rispetta la quarantena per recarsi al lavoro: nei guai un cavese

I carabinieri, dopo un controllo, scoprirono il 24enne in strada, per recarsi al lavoro, nonostante fosse costretto alla quarantena domiciliare per 14 giorni, dopo essere venuto a contatto con persone precedentemente contagiate

Un uomo di Cava de' Tirreni è finito nei guai per aver violato la quarantena. Lo ha fatto per recarsi al lavoro, a più riprese. La Procura di Nocera Inferiore lo ha condannato a circa cento euro di multa e anche al pagamento delle spese processuali. Qualora l'imputato volesse opporsi, finirebbe a processo.

I fatti

Tutto è cominciato lo scorso aprile a Cava de' Tirreni. I carabinieri, dopo un controllo, scoprirono il 24enne in strada, per recarsi al lavoro, nonostante fosse costretto alla quarantena domiciliare per 14 giorni, dopo essere venuto a contatto con persone precedentemente contagiate. L'uomo era stato informato dal Dipartimento di Prevenzione Asl di Salerno: avrebbe dovuto attendere le telefonate di verifica per confermare la propria presenza in casa. I militari non lo avevano trovato al proprio domicilio e lo avevano denunciato a piede libero.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Campania, parte la zona gialla "rinforzata": ecco cosa si potrà fare (e cosa no)

  • Nuovo Dpcm e zona gialla per la Campania: ecco le nuove regole da rispettare

  • Nuovo Dpcm 15 gennaio: ecco cosa dovrebbe cambiare anche in Campania, nelle zone gialle riaprono i musei

  • In Campania il numero dei vaccinati è maggiore dei vaccini arrivati: la Regione si affretta a chiarire

  • Strada ghiacciata, incidente a catena in autostrada a Pontecagnano: quattro i feriti

  • Vaccino ad amici e parenti, indaga la Procura di Salerno: intervengono i Nas

Torna su
SalernoToday è in caricamento