Giovedì, 18 Luglio 2024
Cronaca

Rifiuti e degrado a Salerno, il centrodestra: “Intervenga il Prefetto"

I consiglieri comunali Celano, Russomando, Cammarota e Zitarosa chiedono anche le dimissioni dell'assessore all'ambiente, Angelo Caramanno

Rifiuti, sporcizia, degrado: il centrodestra presenta all'ammninistrazione comunale la nuova "cartolina" di Salerno, chiede l'intervento del Prefetto e invoca anche le dimissioni dell'assessore comunale all'ambiente, Angelo Caramanno. 

La protesta

I consiglieri comunali Roberto Celano (Forza Italia), Antonio Cammarota (La Nostra Libertà), Peppe Zitarosa (Lega) e Ciro Russomando (Attiva Salerno) hanno convocato una conferenza stampa per parlare dell'emergenza rifiuti e topi in città: abbondano le buste di spazzatura abbandonate e non raccolte; i cittadini dei rioni collinari  e della zona orientale segnalano topi e sporcizia. “Paghiamo 42 milioni di euro per il ciclo integrato dei rifiuti. Una cifra esorbitante, la più alta d’Italia in rapporto ai residenti eppure la città è sporchissima. Non prendiamocela con gli scostumati, perché ci sono anche in altre città. Il problema - dice Celano - è l’inefficienza dei servizi, unita all’assenza dei controlli. Avevamo chiesto l’incremento dei cestini lungo le strade, l’installazione dei contenitori per i mozziconi di sigaretta, l’attivazione di un presidio dei vigili urbani al liceo Tasso. Non è accaduto". Prosegue Cammarota: “La città è sporca. Lo hanno sottolineato anche il presidente della Regione e un consigliere comunale di maggioranza. Credo che il Prefetto debba intervenire e l’assessore trarne le opportune conseguenze”. Molto critico anche Russomando: “Occorrono corretta organizzazione del servizio e controllo rigoroso dell’operato degli addetti. Istituiamo anche una banca dati dei cani per risalire ai proprietari che non raccolgono le deiezioni". Infine il commento di Zitarosa, fuori dal coro: “Il degrado non dipende solo dal Comune ma è anche colpa di tanti cittadini che non sono educati al rispetto delle regole. Chiedo al Comune di praticare uno sconto in bollletta del 10 o del 20%, destinato ai salernitani che inviano le fotosegnalazioni degli incivili".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifiuti e degrado a Salerno, il centrodestra: “Intervenga il Prefetto"
SalernoToday è in caricamento