rotate-mobile
Venerdì, 30 Settembre 2022
Cronaca

Salerno Mobilità: i sindacati scrivono ad Amodio e Napoli

I segretari generali di Filt-Cgil, Gerardo Arpino, Fit-Cisl, Massimo Stanzione e Uiltrasporti, Gennaro Scarano, hanno richiesto un incontro urgente a Camillo Amodio, amministratore unico di Salerno Mobilità, a Vincenzo Napoli, sindaco di Salerno e al dottor Francesco Russo, Prefetto di Salerno, per discutere della situazione della societ

I segretari generali di Filt-Cgil, Gerardo Arpino,  Fit-Cisl, Massimo Stanzione e Uiltrasporti, Gennaro Scarano, hanno richiesto un incontro urgente a Camillo Amodio, amministratore unico di Salerno Mobilità, a Vincenzo Napoli, sindaco di Salerno e al dottor Francesco Russo, Prefetto di Salerno, per discutere della situazione della società.

La lettera

Di seguito la lettera che i tre segretari hanno inviato:

"Le scriventi Segreterie Territoriali, ad oltre quattro mesi dall’ultima richiesta di incontro alla società in indirizzo e alla proprietà, in riferimento alle criticità sollevate in data 20 novembre u.s., durante l’incontro svoltosi presso il Comune di Salerno, con rammarico, devono segnalare che ad oggi emerge il più totale silenzio e disaffezione nei confronti dei lavoratori. Con il passare dei mesi le difficoltà si sono sempre più acuite rispetto all’attuale organizzazione del lavoro, considerate le sempre più residue unità produttive presenti in azienda, dovute ai continui pensionamenti e il reclutamento di 12 unità somministrate part time a nostro avviso non sufficienti a colmare la carenza ormai divenuta strutturale.

Come più volte segnalato siamo fortemente preoccupati del futuro della Società.

Riteniamo indispensabile che si ragioni in un’ottica di società della Mobilità e che venga presentato alle parti sociali firmatarie del ccnl, quanto prima, un piano industriale, che guardi al rilancio, e a nuovi investimenti su servizi e risorse. Ribadiamo che con l’attuale forza lavoro non si possano più gestire le correnti attività correnti che stanno generando una sempre maggiore diminuzione della loro presenza su strada, con la conseguenza di un pericoloso avanzamento della criminalità organizzata nelle aree di sosta di competenza aziendale, così come già anticipato nella nota del 15 febbraio u.s.

Per quanto sopra esposto, nel rimarcare l’esclusiva rappresentanza delle scriventi Organizzazioni Sindacali quali uniche firmatarie del CCNL di riferimento, pertanto legittimate a poter richiedere a poter richiedere e sollecitare un incontro con quanti in indirizzo, laddove lo stesso non dovesse avvenire ciò non dovesse avvenire entro 7 giorni, ci vedremo costretti ad attivare lo stato di agitazione di tutto il personale.

In attesa di un positivo riscontro, Si porgiamo distinti saluti".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salerno Mobilità: i sindacati scrivono ad Amodio e Napoli

SalernoToday è in caricamento