Cronaca

Torrione Alto, nascondevano droga in casa: due trans aggrediscono i carabinieri

Il blitz è scattato nella notte tra venerdì e sabato in un'abitazione situata in via Moscani. I due giovani sono stati trovati in possesso del permesso di soggiorno

Si sospetta la presenza di un vero e proprio giro di prostituzione dietro all’arresto di due transessuali brasiliani avvenuto, nella notte tra venerdì e sabato, in via Moscani, nel quartiere di Torrione Alto a Salerno. Ma, al momento, le indagini sono ancora in corso.

Il blitz

I militari dell’Arma, a seguito delle segnalazioni dei residenti, hanno fatto irruzione dentro lo stabile dove sono stati aggrediti dai due trans, di 22 e 23 anni,  visibilmente ubriachi. Una seconda pattuglia, quindi, è giunta sul posto per supportare i colleghi nell’operazione. Nel corso della perquisizione sono stati rinvenuti alcuni grammi di hashish e cocaina. Di qui le manette ai polsi ai due giovani brasiliani che, in preda all’ira, hanno tentato di liberarsi e uno dei due ha anche danneggiato con calci e pugni una vettura di servizio. Alla fine sono stati rinchiusi nel carcere di Salerno con le seguenti accuse: detenzione di sostanze stupefacenti e resistenza e aggressione a pubblico ufficiale. Ieri sono stati giudicati con rito direttissimo: per entrambi, risultati provvisti di permesso di soggiorno, è scattato l’obbligo di firma.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torrione Alto, nascondevano droga in casa: due trans aggrediscono i carabinieri

SalernoToday è in caricamento