Venerdì, 14 Maggio 2021
Economia

Progetto Garanzia Giovani: sportelli aperti alla Cgil ed alla Cisl

I sindacati saranno a disposizione dei giovani, dai 15 ai 29 anni, che vorranno usufruire delle opportunità messe a disposizione dal progetto Garanzia Giovani

Sportelli aperti alla Cgil ed alla Cisl per chi vuole accedere alla Garanzia Giovani. "La Cisl di Salerno è pronta a sostenere tutte le iniziative di promozione e di sostegno al programma che si attueranno nel salernitano - commenta Pasquale Passamano, segretario provinciale della Cisl - Dall'inizio dell'anno abbiamo tenuto incontri in tutto il territorio della provincia per illustrare a centinaia di giovani quali erano le opportunità offerte dal Programma che, dal 1 Maggio di quest'anno, è entrato nella sua fase operativa. Abbiamo voluto giocare d'anticipo - continua Passamano - per consentire a tantissimi giovani, in modo particolare a quelli residenti nei piccoli centri del salernitano, di essere pronti ad aderire al Progetto Garanzia Giovani. Una attività di diffusione e di comunicazione svolta senza chiedere alcun tipo di contributo né ai singoli partecipanti né agli Enti e le Associazioni che hanno collaborato. La sede provinciale di via Zara come tutti gli uffici delle sedi zonali che coprono l'intero territorio del salernitano - conclude il segretario - resteranno a disposizione di quanti  rientrano nell'ambito operativo di Garanzia Giovani. In modo particolare ci proponiamo per quelle iniziative che gli enti pubblici, a cominciare dai Comuni, vorranno organizzare".

Anche gli sportelli della Cgil Salerno, presso la sede di via Manzo, saranno aperti da lunedì 12 maggio per dare assistenza ai giovani dai 15 ai 29 anni entro 4 mesi dall'inizio della disoccupazione o dall'uscita del sistema d'istruzione formale, per accedere alla Garanzia Giovani. “Non è una soluzione per quanto riguarda la gravissima situazione occupazionale generata dalla mancanza di lavoro - sottolinea Anselmo Botte, segretario Cgil Salerno - ma una inversione di tendenza per le politiche giovanili e la possibilità di accesso, seppur attraverso percorsi formativi, al mercato del lavoro".

"La Garanzia Giovani è un’iniziativa concreta che può aiutare ad entrare nel mondo del lavoro, valorizzando le attitudini e il background formativo e professionale - commenta Antonio Capezzuto, segretario generale Nidil Cgil Salerno - E’ uno strumento per attivare le fasce più deboli, i cosiddetti Neet, ossia tutti coloro che non studiano, non lavorano e non cercano occupazione e che a Salerno sono circa 33mila”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Progetto Garanzia Giovani: sportelli aperti alla Cgil ed alla Cisl

SalernoToday è in caricamento