Battipaglia, consegnate al ministro Costa le 11 mila firme per il commissario ambientale

L'esponente del Governo ha escluso la nomina per considerazioni di ordine squisitamente giuridico. Ma, ai referenti dei comitati civici, ha annunciato un rafforzamento dei controlli sul territorio

L'incontro a Roma

I comitati civici a difesa dell’ambiente hanno consegnato al ministro Sergio Costa le 11 mila firme della petizione che chiedeva la nomina di un Commissario Straordinario per il ciclo dei rifiuti nella Piana del Sele, che, però, l’esponente del governo M5S-Pd continua ad escludere anche per considerazioni di ordine squisitamente giuridico.

L’incontro

Il vertice a Roma, però, non è stato totalmente negativo. “Il Ministro - spiegano i referenti dei comitati civici - ha dovuto convenire con noi che questa mobilitazione è l’ennesimo segnale di una condizione di sofferenza da parte dei cittadini della Piana del Sele e nello specifico di Battipaglia. Tre le azioni che Costa metterà in campo: il già preannunciato rafforzamento dei Noe dei carabinieri sul territorio “affermando anche che egli stesso ha invitato la Prefettura, stante l’emergenza acclarata, a considerare i controlli nella Piana del Sele prioritari rispetto agli altri della provincia di Salerno”; inoltre verrà predisposta videosorveglianza interna ed esterna dei siti sensibili ad incendio rispetto alla quale sta sollecitando il Prefetto. Poi ha assicurato un suo interessamento perché si avviino una serie di verifiche ad opera dell’ Ispra  (Istituto Superiore per la ricerca e la protezione ambientale) attraverso l’esame delle matrici ambientali. E, infine, il ministro
ha chiesto anche un’ azione sinergica da parte delle forze politiche, dei Comitati, delle Associazioni, dei cittadini etc per sollecitare la Regione Campania “ad attivarsi nel recepimento della normativa sulle emissioni odorigene per le quali é sufficiente una semplice delibera di giunta regionale”. I presentatori delle firme hanno assicurato al Ministro l’impegno di Comitati ed Associazioni in questo senso. “La normativa nazionale prevede soglie molto stringenti per cui se fosse recepita dalla Regione Campania si potrebbe intervenire anche a Battipaglia.
Un ringraziamento all’onorevole Conte promotore dell’incontro, ed all’onorevole Adelizzi che ha voluto, anch’egli, supportare la nostra causa” concludono i referenti dei comitati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm 3-4 dicembre: cosa cambierà, le anticipazioni

  • La strage del Covid-19: muore nella notte 33enne incinta, Nocera piange Veronica

  • In arrivo nubifragi in Campania: le previsioni meteo per Salerno e provincia

  • Beccato alla guida senza mascherina: multato conducente in autostrada

  • Morte di Veronica, la Lucarelli contro un giornalista locale: "Era importante specificare che fosse innamorata?"

  • Lutto a Buonabitacolo: muore a 35 anni l'Appuntato Scelto Luca Ferraiuolo

Torna su
SalernoToday è in caricamento