rotate-mobile
Politica

Caso Cirielli: il pm ha ascoltato la Carfagna e Nitto Palma

Caldoro: "Edmondo Cirielli dimostrerà la sua correttezza. Collaborazione con magistratura è risposta da uomo di legge"

"Edmondo Cirielli dimostrerà sua correttezza. Collaborazione con magistratura è risposta da uomo di legge''. Lo scrive, in un tweet, il presidente della Regione Campania, Stefano Caldoro in merito al caso dell'ex presidente della Provincia di Salerno, Edmondo Cirielli, indagato per corruzione aggravata e abuso d'ufficio aggravato.L'ex presidente della Provincia di Salerno, oggi deputato di Fratelli d'Italia, alla guida della Commissione Difesa della Camera nella scorsa legislatura come esponente del Pdl, firmò e poi sconfessò quel testo (poi conosciuto appunto come ''ex Cirielli'') finito nel mirino nelle polemiche con l'accusa di essere una delle leggi ''ad personam'' a favore di Berlusconi, a causa della riduzione dei tempi di prescrizione per numerosi reati. L'ufficiale dei carabinieri, noto per le sue posizioni rigide sulla moralità nella politica ha ricevuto un avviso di garanzia dalla Procura di Salerno per la sua attività di presidente della Provincia.

L'accusa è di aver gettato un'ombra sulla campagna di tesseramento 2011 del Pdl locale perché un concorso pubblico, espletato nel 2010 dalla Provincia, sarebbe stato gestito in funzione della definizione degli equilibri politici nel partito. L'indagato verrà ascoltato il 9 agosto prossimo: il sostituto procuratore Vincenzo Montemurro attende che Cirielli spieghi le ragioni che lo avrebbero indotto ad ampliare il numero di posti a concorso nell'ente provinciale del 30% rispetto al bando pubblicato dalla precedente amministrazione, che aveva invece fissato il limite a 70 posti.

Cirielli dovrà anche motivare l'assunzione, proprio attraverso il bando incriminato, della moglie di un consigliere comunale di Nocera Superiore: la coppia ha ricevuto lo stesso avviso di garanzia, nel quale si contestano la corruzione e l'abuso d'ufficio aggravati per aver favorito la camorra. Indagato in alcune inchieste sulla criminalità organizzata, infatti, il consigliere dell'Agro. Nel corso delle indagini preliminari, il pm, intanto, ha raccolto le testimonianze di Francesco Nitto Palma, in qualità di coordinatore regionale del Pdl, e dell'onorevole Mara Carfagna, commissario provinciale dello stesso partito, per ricostruire il clima politico della campagna di tesseramento.  Quel concorso, secondo l'accusa, sarebbe stato utilizzato da Cirielli per rafforzare la sua posizione nello schieramento politico. Più di 20 le persone nel registro indagati, secondo indiscrezioni giudiziarie, che sono state destinatarie di provvedimenti di perquisizioni domiciliari eseguiti dai carabinieri.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caso Cirielli: il pm ha ascoltato la Carfagna e Nitto Palma

SalernoToday è in caricamento