menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il leader della Lega Matteo Salvini

Il leader della Lega Matteo Salvini

De Luca si vaccina, l'opposizione all'attacco: "Perchè ha saltato la fila?"

Le prime dosi sono destinate a medici ed infermieri. Salvini (Lega): "ha tolto il vaccino a qualcuno che ne aveva più bisogno di lui". Martusciello (Fi): "E' arrogante"

Esplode la polemica dopo che il governatore della Campania Vincenzo De Luca si è fatto immortalare, a sorpresa, mentre si sottoponeva al vaccino anti-Covid. Nella prima fase, infatti, le dosi sono destinate agli operatori sanitari (medici, paramedici e infermieri).

Le critiche

"Per esibizionismo il governatore De Luca ha tolto il vaccino a qualcuno che ne aveva più bisogno di lui. Medici, infermieri, personale sanitario, forze dell'ordine e persone fragili meritano rispetto e serietà, non politici stile Marchese del Grillo'' tuona il leader della Lega Matteo Salvini. Più duro l’europarlamentare campano di Forza Italia Fulvio Martusciello: “"De Luca? Ha saltato la fila. Non aveva alcun titolo per togliere una fiala a un operatore sanitario eppure lo ha fatto. Senza decenza. Senza rispetto. Ha saltato la fila e si è preso la fiala Nessun Presidente di Regione nel V Day si è vaccinato.Ognuno ha detto 'vengono prima gli operatori sanitari' anche perché le fiale erano poche e non bastavano per tutti. Nessuno tranne de Luca che ha saltato la fila e si è presentato con la camicia tirata. Un atto di arroganza verso i tanti ospiti nelle case di riposo per anziani verso gli ottantenni che invece erano categoria prioritaria - aggiunge - De Luca ha saltato la fila ed è scappato con la fiala del vaccino. Non era destinata a lui ma a un infermiere, a un anziano, ed invece l'ha presa lui. Arroganza al potere". 

Sulla stessa linea il sindaco di Napoli Luigi De Magistris: “Trovo davvero inqualificabile e indegno l'abuso di potere del presidente De Luca che approfitta del suo ruolo istituzionale per vaccinarsi quando il vaccino, nelle prime settimane, deve essere destinato esclusivamente, considerate le pochissime quantità disponibili, a medici, infermieri, operatori sanitari ed anziani. La salute del presidente De Luca viene purtroppo prima del popolo campano. Si dovrebbe vergognare e chiedere scusa! Poi verrà, invece, il momento in cui tutti dovremmo vaccinarci e allora sarà giusto che tutti diano l'esempio, a cominciare da chi ricopre incarichi pubblici ed istituzionali. Ora non tutti, purtroppo, possono ancora vaccinarsi, mentre De Luca appare come un privilegiato della casta arrogante che abusa strumentalmente, a fini di propaganda, del suo ruolo istituzionale. La sua dose viene purtroppo sottratta a chi opera in prima linea e rischia la vita ogni giorno".

Interviene anche la leader di Fratelli d'Italia Giorgia Meloni: "Conte, Speranza e Arcuri ci hanno ripetuto ogni giorno che le prime dosi del vaccino sarebbero state riservate agli operatori sanitari e agli anziani delle Rsa. Principio giusto e sacrosanto. Fratelli d'Italia rivolge però una domanda semplice al Governo e pretende una risposta altrettanto semplice: perché il governatore della Campania De Luca è stato vaccinato oggi? Perché non ci risulta che De Luca sia un operatore sanitario o sia ospitato in una casa di riposo. C'è qualcosa che non sappiamo? Esiste una corsia privilegiata per i politici di sinistra? Gli italiani pretendono immediata chiarezza".  Il senatore e coordinatore regionale di FdI Antonio Iannone si domanda: "Ma De Luca ha fatto il vaccino perché era il suo turno o ha tolto una fiala destinata a qualcuno che aveva la priorità?". Gli fa eco dirigente salernitano Antonio Roscia su Facebook: "Premesso che vaccinarsi è sacrosanto, possiamo sapere perché Vincenzo De Luca ha scavalcato la fila? O viene da pensare che essendo lui il padrone della Sanità campana fa quello che gli pare? Lo sa che ha tolto una dose a medici ospedalieri in prima linea? Impari dal Presidente Mattarella che aspetta il suo turno civilmente".

La capogruppo alla Regione del Movimento Cinque Stelle Valeria Ciarambino: "Mentre il presidente Mattarella ancora una volta mette il bene del Paese prima di se stesso e dichiara che aspettera' il suo turno per il vaccino, come un comune cittadino, chi governa la Campania salta la fila e si fa vaccinare, mancando di rispetto a medici, infermieri e operatori sanitari, che rischiano le loro vite e che dovrebbero essere i primi della lista. Ma il comandante non dovrebbe essere sempre l'ultimo ad abbandonare la nave, dopo aver messo in salvo la vita di tutti? De Luca da' invece oggi l'ennesima dimostrazione che i suoi interessi personali travalicano sempre e comunque quelli di chiunque altro. Anche quelli del popolo che lo ha eletto".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Indice RT: in Campania il più basso d'Italia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento