rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Politica

Decadenza De Luca, Caldoro non infierisce: "Diamo troppa importanza a queste vicende"

Ma i dirigenti del centrodestra attaccano: "La sentenza della Corte di Appello di Salerno rappresenta solo l'ennesima eclissi di un uomo che si è attaccato alle sedie del potere con tutte le sue forze"

Il presidente della Regione Campania Stefano Caldoro sceglie, ancora una volta, il low profile sulle vicende giudiziarie che coinvolgono ormai da tempo il sindaco di Salerno Vincenzo De Luca, come quella sulla decadenza. "So che questa roba vi appassiona - dice il governatore rivolgendosi ai giornalisti al termine di un convegno alla Camera di Commercio di Napoli - ma abbiamo parlato di cose così importanti. Può mai diventare importante una cosa del genere? Non date troppa importanza a queste cose, che i giornali siano pieni di pagine con lo mandano via, lo riprendono e poi lo rimandano via non è una buona cosa. Occupiamoci delle cose serie e dei problemi di cittadini, i problemi dei politici li risolvono i politici nelle forme possibili. Non darei troppa importanza a queste cose altrimenti - conclude - parleremmo sempre delle stesse cose”.

Ma i vertici cittadini del centrodestra tornano a prendere di mira l'ex primo cittadino. "La sentenza della Corte di Appello di Salerno rappresenta solo l'ennesima eclissi di un uomo che si è attaccato alle sedie del potere con tutte le sue forze" dichiarano Antonio Roscia (Forza Italia), Roberto Celano (Ncd), Raffaele Adinolfi (Caldoro Presidente), Nobile Viviano (Principe Arechi) e Rosario Peduto (Tradizione Futuro), che aggiungono: "Il nostro resta un giudizio negativo di tipo politico, nei confronti di un sindaco abusivo che ha piegato Salerno alla sua persona ed al suo sistema di potere. Una città sempre più povera, sempre più sola, senza una identità, senza una vera prospettiva, una città dalle mille tasse e dai pochi servizi. Salerno merita un cambiamento, una crescita sociale, una esperienza di valori condivisi, un sistema di potere allargato, di una nuova partecipazione. Salerno merita di più: siamo pronti alla sfida decisiva". 

Più duro il coordinatore provinciale di Fratelli d'Italia-Alleanza Nazionale Michele Cuozzo: "E’ la conferma che in città ed in Provincia vi è una scandalosa gestione del potere per il potere. I moralisti da strapazzo oggi tacciono. Coperti da un vergognoso silenzio vanno alla ricerca di qualche ultima poltrona da occupare e ricevuta in dote da chi ritiene  che il governo della cosa pubblica sia questione personale. Ci meraviglia e non poco chi, coprendosi di ridicolo, osa ancora qualificare  leader chi trascina le istituzioni in un ridicolo ping pong di magre figure. La sentenza apre una nuova ed entusiasmante stagione: quella della democrazia, della partecipazione e della legalità .Noi in questa  nuova stagione  ci saremo da protagonisti; ci saremo per dare voce alla Città di Salerno ed a quanti al potere  preferisco la partecipazione democratica ed il rispetto della regole. In questa ottica De Luca sarà solo un triste ricordo".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Decadenza De Luca, Caldoro non infierisce: "Diamo troppa importanza a queste vicende"

SalernoToday è in caricamento