menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un impianto a biomasse

Un impianto a biomasse

Impianto a biomasse di Oliveto Citra, l'interrogazione dei consiglieri regionali Pd

Gianfranco Valiante, Donato Pica e Rosetta D'Amelio chiedono alla regione Campania di riconvocare la conferenza di servizi e di annullare gli atti eventualmente irregolari che hanno avviato l'iter di realizzazione

Continua a tenere banco la vicenda dell'impianto a biomasse in corso di realizzazione ad Oliveto Citra. I consiglieri regionali Donato Pica, Rosetta D'Amelio e Gianfranco Valiante hanno infatti presentato un'interrogazione al presidente della giunta regionale Stefano Caldoro e agli assessori regionali Sergio Vetrella e Giovanni Romano (rispettivamente delegati alle attività produttive e all'ambiente) sulla riconversione dell'ex impianto So.Di.Me in piattaforma per la combustione di biomasse.

Nelle ultime settimane la realizzazione dell'impianto (autorizzata dal comune di Oliveto Citra nel dicembre del 2010, visti i pareri favorevoli di regione Campania, Asl e vigili del fuoco) ha scatenato polemiche e preoccupazioni tanto che l'amministrazione comunale, guidata dal sindaco Italo Lullo, ha ordinato la sospensione dei lavori (a partire dal 29 agosto 2012) per la durata di 45 giorni, allo scopo di effettuare degli approfondimenti sulle documentazioni che hanno portato al via libera. Il comune ha anche sollecitato la regione Campania a riconvocare la conferenza di servizi per discutere delle "presunte irregolarità riscontrate in merito alla valutazione d'impatto ambientale (VIA) e all'autorizzazione integrata ambientale (AIA)".

Proprio nei giorni scorsi l'assessore regionale all'ambiente Giovanni Romano, pur ribadendo l'interesse della regione affinché si risolva la vicenda, si era detto meravigliato dalle polemiche relative alla realizzazione dell'impianto in quanto era stato proprio il comune di Oliveto Citra a dare il via libera sulla base dei pareri espressi da regione, Asl e vigili del fuoco. Un decreto, quello del 14 dicembre 2010, con il quale il comune autorizzò la realizzazione dell'impianto ma che, di fatto, è stato sospeso dalla recente ordinanza che ha bloccato i lavori per 45 giorni.

L'impianto a biomasse è in corso di realizzazione ad opera della ditta Tortora di Nocera Inferiore e la sua costruzione è iniziata nel febbraio del 2011. Nell'interrogazione presentata i consiglieri regionali chiedono "di verificare tempestivamente con il responsabile della struttura e con il responsabile del procedimento la necessità di adottare tutti i provvedimenti necessari per riconvocare la conferenza dei servizi" e sollecitano la regione Campania affinché si attivi a riesaminare i procedimenti di competenza (VIA e AIA) e ad annullare eventualmente tutti gli atti connessi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento