rotate-mobile
Martedì, 31 Gennaio 2023
Salute

Giornata Mondiale del Diabete a Salerno: santa messa in Cattedrale, poi gli enti si "tingono" di blu

Su impulso e con il coordinamento organizzativo della vicesindaca, la dottoressa Paky Memoli, responsabile della rete diabetologica dell'Asl, è stato delineato il programma dell'importante iniziativa

Anche Salerno celebra la Giornata Mondiale del Diabete, il 14 novembre. Su impulso e con il coordinamento organizzativo della vicesindaca, la dottoressa Paky Memoli, responsabile della rete diabetologica dell'Asl, dunque, è stato delineato il programma dell'importante iniziativa di sensibilizzazione. Ad aprire la giornata, la solenne celebrazione eucaristica lunedì 14 novembre 2022, alle ore 11, presso la cattedrale di Salerno, presieduta dall’arcivescovo, sua eccellenza monsignor Andrea Bellandi. La sera dello stesso giorno, inoltre, i palazzi di città dei Comuni che avranno aderito all’iniziativa si illumineranno di blu. L’obiettivo è quello di richiamare l’attenzione sul Diabete, educare alla prevenzione e ad una corretta gestione delle malattie ad esso correlate, nella certezza che la sua buona gestione assicuri una buona qualità della vita.

La storia

La Giornata Mondiale del Diabete si svolge ogni anno il 14 novembre, data che celebra l’anniversario della nascita di Frederick Banting, scopritore dell’insulina, il cui centenario si è celebrato lo scorso anno. Simbolo mondiale del diabete è il cerchio blu che rappresenta la cultura della vita e della salute. Il colore blu ricorda il cielo che unisce tutte le nazioni ed è il colore della bandiera delle Nazioni Unite. Il cerchio blu simboleggia l’unità della comunità mondiale di fronte alla pandemia del diabete. Il motto che accompagna quest’anno la Giornata Mondiale del Diabete è “Accesso alle cure per tutti”, che si richiama ad una frase di Papa Francesco: “Occorre lavorare perché tutti abbiano accesso alle cure, perché il sistema sanitario sia sostenuto e promosso, e perché continui ad essere gratuito”. Accesso alle cure del diabete significa garantire un accesso gratuito (o con prezzi accessibili in tutto il mondo) all’insulina e agli altri farmaci innovativi, ai dispositivi tecnologici, al supporto psicologico e all’educazione terapeutica, oltre che a corsi di formazione non solo per operatori sanitari ma anche agli insegnanti di bambini con diabete.

Le novità tecnologiche

Tra i numerosi obiettivi di accesso alle cure vi è quello che riguarda i dispositivi tecnologici. In questi ultimi anni si è infatti passati dall’utilizzo di pompe di infusione di insulina (micronfusori), ai sensori che permettono di controllare in modo automatico e continuo i livelli di glucosio, fino ad arrivare a strumenti che integrano i due sistemi simulando l’azione del pancreas e calcolando in modo automatico l’insulina da erogare alla luce dei valori di glucosio. Inoltre, a breve saranno disponibili anche penne ‘intelligenti’ per la somministrazione di insulina che mantengono in memoria le unità somministrate ed il tempo della somministrazione

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giornata Mondiale del Diabete a Salerno: santa messa in Cattedrale, poi gli enti si "tingono" di blu

SalernoToday è in caricamento