Covid-19, laureati Unisa ideano la mascherina in silicone: ecco i vantaggi

La mascherina, inoltre, consente di indossare gli occhiali senza appannarli

Mascherine biomedicali in silicone ipoallergenico contro il Covid19: le hanno ideate dei laureati, con tanto di filtro intercambiabile, realizzato in “tessuto non tessuto”, che può essere sostituito al costo di 50 centesimi. La protezione è la stessa delle mascherine FFP2 ed FFP3.

L'idea

La procedura di certificazione come dispositivo di classe I in accordo alla normativa CEE è già stata avviata: in attesa che venga inclusa nella lista dei dispositivi medici online, la produzione, made in Italy, è in corso in tre aziende venete. Dopo l'incombente necessità di dispositivi di protezione, grazie alla conoscenza dei membri tecnici del team maturata presso Unisa, il primo tentativo di soluzione arriva grazie alla tecnologia di stampa 3d, la quale è sempre più diffusa e consente una rapida prototipazione. Capite le potenzialità del prodotto grazie alla sinergia con una realtà industriale già affermata a livello nazionale e geograficamente collocata nella zona industriale di Venezia, l'idea dei giovani ragazzi del sud diviene realtà, sottoforma di prodotto sicuro e innovativo  Per ulteriori informazioni: cspitaly.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm 3-4 dicembre: cosa cambierà, le anticipazioni

  • La strage del Covid-19: muore nella notte 33enne incinta, Nocera piange Veronica

  • In arrivo nubifragi in Campania: le previsioni meteo per Salerno e provincia

  • Beccato alla guida senza mascherina: multato conducente in autostrada

  • Morte di Veronica, la Lucarelli contro un giornalista locale: "Era importante specificare che fosse innamorata?"

  • Riapertura scuole in Campania, tamponi su docenti e alunni: De Luca firma l'ordinanza

Torna su
SalernoToday è in caricamento