rotate-mobile
Salute

Sterilità maschile: parla il Direttore del “Servizio di Gravidanza a Rischio“ del Centro di Fecondazione Assistita

Intervista al professor Raffaele Petta, salernitano, Direttore del “Servizio di Gravidanza a Rischio“ del Centro di Fecondazione Assistita di Napoli

Interessa il 20% delle coppie in Italia e rappresenta un argomento meritevole di attenzione, la Sterilità. Del tema, ne ha parlato alla nostra redazione il professor Raffaele Petta, salernitano, Direttore del “Servizio di Gravidanza a Rischio“ del Centro di Fecondazione Assistita di Napoli, chiarendo aspetti relativi, in particolare, alla sterilià maschile.

Professor Petta, cosa è la Sterilità?

La sterilità è l'incapacità di una coppia ad avere una gravidanza dopo 12 mesi di rapporti regolari.

Dopo quanto tempo arriva normalmente una gravidanza?

Normalmente una gravidanza arriva entro 4 mesi in donne con meno di 28 anni, entro 8 mesi in donne fino a 36 anni ed entro 1 anno in donne tra 36 e 40 anni.

Quali sono le cause?

Il 25% delle cause sono dovute al fattore femminile, il 25% a quello maschile, un altro 25% a fattori di coppia e l'altro 25% a cause sconosciute.

Quali sono le cause attribuibili alla donna?

Parliamo di cause generali, alias metaboliche, geneteiche, endocrine. O a problemi di ovulazione, o legati alle tube, o all'utero (polipi, miomi, infiammazioni) o, nel 30% di casi, ad endometriosi

Invece quali sono le cause attribuibili all'uomo?

Assenza di spermatozoi, alterazioni del numero, della forma, della motilità degli spermatozoi, eiaculazione retrograda, impotenza o presenza di anticorpi antispermatozoi.

Come si distinguono e a cosa è dovuta l'assenza di spermatozoi?

Da cause ostruttive, quindi Azoospermia e da cause non ostruttive: oligospermia o astenospermia (infezioni, farmaci, alcol, droga, età dopo i 45 anni, radiazioni etc). Circa le cause ostruttive, parliamo di spermatozoi prodotti mannon eiaculati e riguardo le cause non ostruttive, di spermatozoi non prodotti per la sindrome di Klinefelter (cromosoma X in più nel maschio), microdelezione del cromosoma Y, nonchè sindrome di Kallman (ipogonadismo ipogonadotropo con perdita dell'olfatto) e fibrosi cistica.

Quali le cure?

Le cuse sono le seguenti:

•    ICSI (si inietta un solo spermatozooo nella cellula uovo)

•    TESE (biopsia con prelievo piccolo frammento di tessuto del testicolo con isolamento di spermatozoi)

•    MICROTESE (utilizzo di microscopio per identificare i tubuli dove viaggiano gli spermatozoi con probabilita’ piu’ alta di recuperarli)

•    Donazione del seme

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sterilità maschile: parla il Direttore del “Servizio di Gravidanza a Rischio“ del Centro di Fecondazione Assistita

SalernoToday è in caricamento