Caos allo stadio Arechi: un gruppo di tifosi protesta contro gli steward, grave un giovane

La scorsa settimana, infatti, è stato girato e reso virale un video in cui alcuni steward napoletani, appartenenti alla società che svolge il servizio d'ordine nello stadio salernitano, hanno riempito di insulti la tifoseria granata

Foto di Gianfranco Iuliano

Caos nello spazio antistante alla curva Sud: alcuni steward sono stati aggrediti verbalmente, in quanto, la scorsa settimana, infatti, è stato girato  e reso virale un video in cui alcuni degli stessi steward napoletani, appartenenti alla società che svolge il servizio d'ordine nello stadio salernitano, hanno riempito di insulti la tifoseria granata. Dopo il fatto, l'azienda che gestisce il servizio di stewarding all'Arechi, aveva diffuso una nota per rassicurare i tifosi e prendere le distanze dal gesto:

La nostra Azienda MFC nell’esprimere l’enorme rammarico per quanto accaduto, preso atto dell’azione “goliardica” del suo collaboratore, dissociandosi da tale inqualificabile comportamento, ha provveduto alla conseguente azione disciplinare nei suoi confronti.  Noi siamo, da tempo, vicini a Salerno, alla Salernitana e ai suoi tifosi in tutto e per tutto, sempre disponibili al confronto e pronti a trovare una soluzione ad ogni eventuale problema che dovesse presentarsi.  Detto ciò, ci auguriamo che domani sia una grande giornata di sport, che possa regalare ai tifosi granata la soddisfazione di una vittoria tanto attesa.

Il fatto

Tuttavia, la vendetta non è mancata. Al termine della partita disputata allo stadio Arechi, un gruppo di tifosi, infatti, ha accerchiato e aggredito verbalmente alcuni degli steward napoletani. A sedare gli animi, le forze dell'ordine che, tuttavia, sono intervenuti solo per difendere i destinatari delle rimostranze dei tifosi. Nessun contatto, dunque, ma solo proteste verbali. Uno dei presenti,  intanto, un tifoso, durante il parapiglia, è dovuto ricorrere alle cure ospedaliere presso l'ospedale Pellegrini di Napoli, per via di una profonda ferita profonda lacero-contusa ad un dito, procurata nel tentativo di aggrapparsi ad una recinzione. M.M., di Pontecagnano, era rimasto incastrato con l'anulare nella recinzione stessa ed ora rischia di perdere il dito. Si indaga.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...



 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si laurea a 20 anni con Lode in Ingegneria Informatica: targa per un salernitano

  • Tromba marina devasta Salerno: alberi sradicati e tegole volanti, paura al "Galiziano"

  • Bonus tiroide: di cosa si tratta e come fare per richiederlo

  • Test sierologici gratuiti per Covid-19 e Epatite C: l'iniziativa a Salerno

  • Il maltempo mette in ginocchio la provincia: scattano evacuazioni a Sarno

  • Dramma a Montecorvino Pugliano, donna si impicca sul balcone di casa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento