Truffe a vari cittadini, condanna confermata per un ragioniere di Angri

I giudici della Cassazione hanno dichiarato inammissibile il ricorso, ritenuto generico e non motivato, al contrario della impugnata sentenza della Corte d'Appello di Salerno

Resta confermata la sentenza per un ragionere di Angri, giudicato colpevole per truffa aggravata. I giudici della Cassazione hanno dichiarato inammissibile i rocorso, ritenuto generico e non motivato, al contrario della impugnata sentenza della Corte d'Appello di Salerno

I fatti

L'imputato era accusato di una serie di truffe a diversi cittadini, con indagini scaturite nel 2011 a seguito di diverse denunce. Tra i testi vi era anche un maresciallo dei carabinieri. L'imputato ha 64 anni, nei precedenti gradi di giudizio era caduta una delle tre accuse mosse dall'autorità giudiziaria. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm 3-4 dicembre: cosa cambierà, le anticipazioni

  • Salerno a lutto, è morto Ciro Di Lorenzo: ora veglierà sulla sua Maria Pia

  • Morte di Veronica, la Lucarelli contro un giornalista locale: "Era importante specificare che fosse innamorata?"

  • De Luca sul Covid: "In Campania non si andrà nelle seconde case", poi annuncia i lavori a Salerno e Battipaglia

  • Riapertura scuole in Campania, tamponi su docenti e alunni: De Luca firma l'ordinanza

  • Natale 2020, approvato il Dpcm: ecco le regole per spostamenti, negozi e scuole

Torna su
SalernoToday è in caricamento