menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Approfitta dell'assenza dei genitori per palpeggiare una ragazzina: operaio arrestato a Montecorvino

L'operaio, S.A. le sue iniziali, del '71 e senza precedenti, ne approfittò per molestarla, tentando prima di baciarla e poi palpeggiandola

Una storia inquietante, quella che vede come protagonista una giovane, oggi 18enne, di Montecorvino Rovella, vittima di violenza ed atti persecutori. Nel novembe del 2018, infatti, la ragazza si recò presso la Caserma dei Carabinieri di Montecorvino, in lacrime, insieme ai genitori, perchè esasperata per una situazione che andava avanti da due anni.

Il fatto

Tutto ha avuto inizio nel 2016, quando un conoscente di famiglia aveva eseguito dei lavori di cortesia in casa della vittima: la ragazza, allora 16enne, era stata lasciata sola dai genitori presso la propria abitazione, durante lo svolgimento di tali lavori. L'operaio, S.A. le sue iniziali, del '71 e senza precedenti, ne approfittò  per molestarla, tentando prima di baciarla e poi palpeggiandola: la ragazza, tuttavia, riuscì a divincolarsi e si chiuse in camera spaventata. Non contento, per circa 2 anni, l'operaio ha continuato ad importunarla, tra pedinamenti, battute e allusioni in strada: stanca e provata, dunque, la ragazza ha deciso di denunciare tutto. 

L'arresto

Dopo accurate indagini da parte dei carabinieri, l'operaio è stato arrestato: ora  è ai domiciliari, con l'accusa di violenza sessuale aggravata, perchè su minore, nonchè di stalking. L'incubo della vittima è finalmente finito.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona "arancione", ecco cosa cambia

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Contagi a scuola: positivo un alunno a Contursi

  • Incidenti stradali

    Incidente sull'A2, furgone si ribalta: ferito il conducente

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento