menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Auto in un dirupo a Bracigliano, il figlio della vittima indagato per omicidio stradale

Atto dovuto della Procura di Nocera Inferiore, che nei prossimi giorni conferirà mandato ad un perito per una consulenza cinematica. Bisogna stabilire le cause esatte dell'incidente

Il figlio di Ida Bocchino, la 43enne di Bracigliano morta dopo che l'auto nella quale viaggiava con il figlio era finita in un burrone lunedì pomeriggio, è indagato per omicidio stradale. Un'azione prevedibile, quella della Procura di Nocera Inferiore, ma necessaria per ricostruire la dinamica dell'incidente e accertare eventuali responsabilità nella condotta del ragazzo. Le cui condizioni, fortunamente, sono in fase di miglioramento all'ospedale "Ruggi" di Salerno, dove è ricoverato

La perizia

Ma per capire cosa abbia portato l'auto fuori strada e poi in fondo al dirupo, servirà una perizia cinematica, che il pm affiderà nei prossimi giorni ad un esperto. Nuovi sopralluoghi e comparazioni di foto e rilievi tecnici, che dovranno dare una risposta a quanto accaduto lunedì scorso, lungo la provinciale che collega Bracigliano a Siano. Al momento, i rilievi condotti nelle ore successive all'incidenti non hanno fornito grandi risposte. Il lavoro tecnico e specifico sarà di vitale importanza per chiarire le zone dell'ombra legate al sinistro e le eventuali responsabilità del ragazzo. Ieri mattina, invece, si sono celebrati i funerali della 43enne Ida. Tre comunità, Siano, Bracigliano e Castel San Giorgio, si sono strette forti intorno alla famiglia. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento