rotate-mobile
Giovedì, 18 Agosto 2022
Cronaca San Leonardo / Via San Leonardo

Salernitana in corsia: i calciatori fanno regali ai bambini del Ruggi

Il capitano granata Alessandro Rosina, i compagni di squadra Zito e Improta, l'allenatore Sannino e il team manager Avallone hanno fatto visita ai piccoli degenti di Pediatria e Chirurgia Pediatrica

Babbo Natale all'ospedale di San Leonardo è arrivato in anticipo. A mezzogiorno, nei reparti di Pediatria e Chirurgia Pediatrica, ha assunto le sembianze di Alessandro Rosina, Riccardo Improta e Antonio Zito, calciatori della Salernitana. Con le buste stracolme di doni, acquistati previa colletta organizzata nello spogliatoio con il contributo di tutti, i giocatori granata si sono trattenuti in compagnia dei piccoli degenti dell'ospedale "Riuniti San Giovanni di Dio e Ruggi d'Aragona" di Salerno. Zito ha due figli e Rosina già tre. Il capitano, dunque, si è rivolto ai bimbi con amore paterno, con dolcezza e tenerezza. Nella ludoteca del reparto, si è subito avvicinato ad una bimba che lo attendeva insieme alla mamma. "Questo è il gioco dell'oca - le ha detto con timidezza mista ad affetto - lo conosci? Vogliamo giocare insieme?". Un'altra piccola paziente, un po' più grande degli altri, si è rivolta al direttore generale Raffaele Cantone: "Ho capito tutto - gli ha sussurrato - sei stato tu a farci questa bella sorpresa".

L'iniziativa si ripete da tre anni e la Salernitana risponde sempre presente all'invito del Ruggi e del reparto di Pediatria, guidato dal primario, dottore Raffaele Albano. "Al momento - ha spiegato Cantone - abbiamo 16 bambini ricoverati in Chirurgia Pediatrica (posti pieni) e 25 in Pediatria. Ringraziamo la Salernitana perché lo sport può trasmettere sensazioni bellissime, sorrisi, carezze". Poi ha fatto il giornalista. Si è rivolto al tecnico Giuseppe Sannino: "Mister, che facciamo domenica?". L'allenatore se l'è cavata con un dribbling: "Domenica riposiamo, perché noi a Brescia giochiamo sabato". Sannino, invece, ha riservato qualche battuta al contesto ospedaliero. "E' una città - ha detto - è un grande ospedale. Ricordo quando lavoravo anche io in ospedale a Voghera". Nel frattempo studia la formazione da opporre al Brescia, che potrebbe presentare ancora Zito e Improta sulle fasce. Dalle fasce alla corsia dell'ospedale. "Sempre di corridoi si tratta - ha sussurrato qualcuno dei presenti - ma qui ci emozioniamo di più". Zito e Improta hanno aiutato il capitano Rosina nella distribuzione dei doni: camioncini, elicotteri, dinosauri, robot, bambole. Poi foto ricordo e ancora sorrisi.

I granata visitano l'ospedale di Salerno (Foto G.Gambardella)

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salernitana in corsia: i calciatori fanno regali ai bambini del Ruggi

SalernoToday è in caricamento