rotate-mobile
Cronaca

Centrale del Latte, Sel avvisa De Luca: "Pronti alle barricate, no alla vendita"

Sindacati e lavoratori uniti contro la privatizzazione della storica azienda di via San Leonardo. Confermato il ricorso al Tar presentato dalla Cisl

Sinistra Ecologia e Libertà è pronta ad aprire una crisi nella maggioranza nel caso il sindaco di Salerno Vincenzo De Luca non ritiri il bando per la vendita della Centrale del latte. E' un messaggio politico chiaro quello che, arriva dai dirigenti salernitani del partito di Nichi Vendola, da sempre contrario alla vendita della storica azienda di via San Leonardo, che hanno partecipato, insieme ai consiglieri comunali Antonio Cammarota, Roberto Celano e Raffaele Adinolfi all'assemblea pubblica dei dipendenti, organizzata dalle sigle sindacali al Polo Nautico.

"Non possiamo far altro che costringere e non convincere De Luca a non cedere - ha sottolineato il responsabile enti locali di Sel Franco Mari - La Centrale del Latte è un bene comune e come tale serve un consenso della comunità per fare certe operazioni. Se De Luca si ostina su queste posizioni troverà ostali nella maggioranza". A margine dell'incontro, a cui ha preso parte anche la neoparlamentare europea salernitana grillina Isabella Adinolfi, la Cisl guidata dal segretario Matteo Buono ha confermato il ricorso al Tar contro il bando di gara deciso dal Comune.

Corale l'appello dei dipendenti: "L'azienda resti pubblica, ha un bilancio in attimo e noi siamo pronti a fare sacrifici".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Centrale del Latte, Sel avvisa De Luca: "Pronti alle barricate, no alla vendita"

SalernoToday è in caricamento