Cronaca

Consorzio Sa/2, la Fiadel chiama il prefetto di Salerno: pronto lo sciopero

Il segretario Rispoli: "Alla precedente riunione, convocata in Regione, non sono stati invitati i sindacati. Si rispetti la normativa che regola il diritto di sciopero e nei servizi essenziali"

Avviare la procedura di raffreddamento dei conflitti nel settore rifiuti, con l’intervento della Prefettura di Salerno. L’appello è della Fiadel che, in merito alla situazione dei lavoratori del Consorzio Comuni Bacino Sa/2, chiede al vicegovernatore della Campania  Fulvio Bonavitacola, al commissario liquidatore Giuseppe Corona, al direttore dell’Ente d’Ambito Bruno Di Nesta e al presidente Giovanni Coscia, di sedersi intorno a un tavolo, su impulso del prefetto Francesco Russo:

L'appello

Il segretario Angelo Rispoli spiega: "All’ultima riunione del 14 maggio presso la giunta regionale della Campania non sono state invitate le organizzazioni sindacali. La riunione si è andata ad inserire in una tensione sociale già elevata, in quanto il commissario liquidatore Corona ha comunicato la messa in disponibilità di tutti i lavoratori, attualmente ancora dipendenti del Consorzio, a decorrere dal 15 maggio. Nel rispetto della normativa che regola il diritto di sciopero e nei servizi essenziali – conclude – si chiede di indire un’altra riunione, alla presenza delle sigle sindacali, per un tentativo di confronto, prima di indire lo sciopero del settore».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Consorzio Sa/2, la Fiadel chiama il prefetto di Salerno: pronto lo sciopero

SalernoToday è in caricamento