Lavoratori Corisa2 in attesa dello stipendio, la Fiadel: "Dimenticati da tutti"

Duro il sindacalista Rispoli: "Aspettavamo segnali dal commissario, dall'Ente d'Ambito e dalla prefettura di Salerno"

"Lotteremo per dare un Natale dignitoso ai lavoratori in mobilità del Consorzio di Bacino Salerno 2. Agli operai erano stati assicurati due stipendi arretrati lo scorso agosto dal nuovo commissario straordinario. Per ora ne è stato liquidato solo uno nei mesi passati e sembra che il prossimo non arriverà a breve. A questo va sommato che a breve gli ammortizzatori sociali finiranno". Lo denuncia Angelo Rispoli, segretario generale della Fiadel Salerno, commenta la vertenza dei lavoratori del Consorzio.

La vertenza

Il sindacalista ci va giù duro: "Questi operai sono stati dimenticati dalle istituzioni. Aspettavamo segnali dal commissario, dall'Ente d'Ambito e dalla prefettura di Salerno. Ma tutto è immobile e nessuno pare interessarsi dell'ennesima vertenza sindacale che porterà altre famiglie a non avere una fonte di reddito. Ancora una volta, rinnovo il mio appello affinché a queste 27 persone venga riconosciuta quella dignità che fino ad ora gli è stata negata. Lunedì partirà in ogni caso una richiesta d’incontro con il presidente e il direttore Eda. L’obiettivo è sempre il lavoro. Il quadro è preoccupante ma ci auguriamo di essere smentiti dai fatti. Gli operai devono avere il Natale che meritano" conclude Rispoli. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Campania, parte la zona gialla "rinforzata": ecco cosa si potrà fare (e cosa no)

  • Angri, tonnellata di hashish nascosta sotto ponte autostrada: camionista condannato

  • Strada ghiacciata, incidente a catena in autostrada a Pontecagnano: quattro i feriti

  • In Campania il numero dei vaccinati è maggiore dei vaccini arrivati: la Regione si affretta a chiarire

  • Vaccino ad amici e parenti, indaga la Procura di Salerno: intervengono i Nas

  • Terremoto nel Salernitano, parla il sindaco di Bracigliano: "Un boato"

Torna su
SalernoToday è in caricamento