menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, nuove guarigioni in Costiera Amalfitana e Cilento

Un giovane è risultato negativo al terzo tampone eseguito dal personale sanitario, mentre un'altra donna è stata dimessa dall'ospedale "San Luca" di Vallo della Lucania

Buone notizie arrivano dal Cilento e dalla Costiera Amalfitana sul fronte dei contagi legati all’emergenza Covid-19.

A Montecorice

“Negativo il terzo tampone eseguito sul nostro concittadino. Poco fa è stata comunicata questa bellissima notizia direttamente al sindaco”: ad annunciarlo, con un post su Facebook, è il Comune di Montecorice che ricorda come, lo scorso 21 aprile il primo cittadino Pierpaolo Piccirilli, anche su incarico dell'interessato, aveva “manifestato dei dubbi circa il risultato del primo tampone sulla base di una serie di circostanze concomitanti - assenza di sintomi, negatività di tutti i tamponi eseguiti su colleghi e stretti congiunti, articoli apparsi sulla stampa che ponevano sospetti sull'attendibilità di un altro tampone - ed aveva chiesto all'Istituto Zooprofilattico di riesaminare detto tampone”. A tutt'oggi si è in attesa di risposta. “Comunque - prosegue la nota -  è giunta la tanto attesa e desiderata notizia, che scaccia ogni dubbio sullo stato di salute del nostro giovane concittadino. Un abbraccio a lui ed alla sua famiglia, che hanno attraversato giorni delicati e di preoccupazione”.

Ad Agropoli

Dopo più di un mese di ricovero presso l’ospedale “San Luca” di Vallo della Lucania è stata dimessa la donna, familiare del ferroviere Alfonso Migliorino deceduto a causa del virus, che era risultata positiva al tampone. Da ieri è nuovamente a casa insieme alla sua famiglia.

In Costiera Amalfitana

Il sindaco di Cetara Roberto Della Monica comunica “con immensa gioia ed animo sereno” l'esito negativo del tampone di verifica dell'unico caso positivo al Covid-19. Si tratta dell'infermiera, asintomatica, in servizio presso il reparto di Chirurgia d'Urgenza dell'ospedale “Umberto I” di Nocera inferiore contagiata insieme ad altri colleghi il 5 aprile scorso. “Alla nostra concittadina è andata e va la nostra più alta solidarietà e fraterna amicizia - scrive il primo cittadino sui social - Viva Cetara, presto torneremo alla normalità, confermando il nostro alto senso di responsabilità”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento