menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

De Luca in visita al Carcere di Fuorni: "Metterò tutto me stesso per dar loro una possibilità"

Durante il pomeriggio di ieri, il sindaco, insieme all'assessore Savastano, si è anche recato presso il Centro sociale di via Cantarella per una serata dedicata al settore politiche sociali del Comune di Salerno

Ieri Vincenzo De Luca, sindaco di Salerno, insieme all'assessore comunale alle politiche sociali Nino Savastano, si è recato presso la casa circondariale di Fuorni a dare gli auguri ai detenuti, alle loro famiglie ed al personale della struttura. "Rivolgo un saluto affettuoso ai detenuti e alle loro famiglie e un ringraziamento a tutti coloro che cercano di alleviare le condizioni di vita di chi si trova in queste strutture - ha detto il sindaco De Luca - So bene che spesso le condizioni in cui vivono molti detenuti sono disumane, questo offende non certo i detenuti, ma il governo di questo paese. Non dobbiamo dimenticare che i cittadini sono tutti uguali e che un detenuto sconta una pena per un reato, ma resta un cittadino. Nessuna legge consente di mancare di rispetto a nessun cittadino e a nessun essere umano. Il nostro impegno dovrà essere aiutare queste persone, una volta uscite, a trovare un lavoro. La sola promessa che posso fare è quella di mettere tutto me stesso per dar loro una possibilità di vita al di fuori di questo carcere" ha concluso il sindaco rivolgendosi ai detenuti.

Durante il pomeriggio di ieri, il sindaco, insieme all'assessore Savastano, si è anche recato presso il Centro sociale di via Cantarella per una serata dedicata al settore politiche sociali del Comune di Salerno. Alla festa, organizzata da Salerno Solidale per festeggiare il Natale ed il nuovo anno, erano presenti le varie cooperative, le associazioni di volontariato e gli utenti dei servizi

"Un augurio di buon Natale agli utenti, ai dipendenti, ai volontari, a tutti coloro che sono quotidianamente impegnati in questo settore decisivo. L'idea di città alla quale lavoriamo da vent'anni - ha esordito De Luca - vede insieme la trasformazione fisica e la realizzazione di una città della solidarietà, della civiltà, della cultura. Questi due aspetti fanno di Salerno una realtà unica in Italia. Ora, però, dipende da noi tenere vivo questo miracolo: dobbiamo conservare queste conquiste nella nostra testa e nel nostro cuore, affinché non si perdano. Nonostante i tagli drammatici subiti questi anni dal Comune di Salerno, non abbiamo tolto un euro alle politiche sociali. Qui non c'è solitudine, c'è un aiuto costante alla povera gente. Siate parte attiva della crescita della città - ha concluso il primo cittadino rivolgendosi ai presenti - siateci vicino e accompagnateci in questo duro lavoro".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Razzo cinese, tra le traiettorie anche la Campania: "Restate a casa"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento