Giovedì, 18 Luglio 2024
Cronaca

Gattina sottratta ad una senzatetto a Salerno: scoppia la polemica sul web

"Era la gatta di una signora senza fissa dimora, purtroppo molto instabile mentalmente e già conosciuta dai volontari della zona per altre tristi vicende", spiegano alcuni animalisti. Ma non tutti condividono tale posizione

Veniva trascinata con pettorina e guinzaglio per le strade di Salerno, rinchiusa nella borsa durante i viaggi in pullman e, pare, costretta a patire la fame. Una sua foto è stata divulgata su Facebook, suscitando la reazione di un gruppo di animalisti che l'ha recuperata, togliendola alla donna senza fissa dimora che ne era la proprietaria ed iniziando a ricercare famiglie disposte ad adottarla. La gatta a pelo lungo è stata chiamata Annunziatella: "Era la gatta di una signora senza fissa dimora, purtroppo molto instabile mentalmente e già conosciuta dai volontari della zona per altre tristi vicende", spiegano alcuni animalisti. Molto giovane, di circa 8/9 mesi, la gatta è in sottopeso, ma in ottime condizioni di salute. Sterilizzata e vaccinata, dunque, cerca una nuova famiglia (per info: 089303039 o via mail a info@legadelcanene-sa.it). La sua storia, tuttavia, ha suscitato indignazione e malumori in numerosi salernitani. Già, perchè a detta di diversi cittadini, la sua ex-proprietaria, in realtà, la avrebbe da sempre trattata bene e, a differenza di quanto denunciato dagli animalisti, non avrebbe meritato di vedersi strappato l'unico affetto che aveva.

"Conosco la signora e conosco la gatta, entrambe vivevano insieme. Ogni volta che le incontravo per strada non ho mai riscontrato violenze ai danni dell'animale da parte della signora. - ha detto Aniello Giordano, titolare del noto chiosco del centro storico, sito nei pressi della chiesa del Crocifisso - L'unico aspetto discutibile era dovuto al fatto che la donna la portava al guinzaglio (magari lo faceva per paura di perderla non per schiavizzarla come molti credono). Per il resto stavano bene, con gli occhi miei più volte ho visto anche che le dava da mangiare, inoltre non l'ha mai trascinata con le forze, la gatta ha sempre camminato a passo moderato. Ad ogni modo credo che l'azione di sottrarre la gatta alla donna non andava fatta, se si voleva intervenire si doveva agire per il bene di tutt'e due. La signora adesso è molto triste, quando la ritrovo seduta sulle panchina c'ha lo sguardo perso nel vuoto. Senza la sua amica ora è completamente sola", ha concluso.

"Se proprio si voleva compiere un bel gesto, andava aiutata sia la signora sia il suo gatto": questa, insomma, l'opinione diffusa sui social dopo che l'animale è stato sottratto alla donna, notata, poco dopo l'intervento degli animalisti, mentre era seduta su una panchina, con lo sguardo fisso nel vuoto, senza il suo amico di zampa. Sulle condizioni in cui il gatto viveva con la sua ex-proprietaria, ad ogni modo, non se ne ha alcuna certezza. Ma ciò che è certo è che se il gatto, per fortuna, potrà avere una vita migliore accolto nel calore domestico di qualche famiglia di buon cuore, verso la clochard non è stata tesa alcuna mano e adesso, senza la sua micia, è più sola di prima.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gattina sottratta ad una senzatetto a Salerno: scoppia la polemica sul web
SalernoToday è in caricamento