Lunedì, 15 Luglio 2024
Cronaca Pastena

Il Comitato giù le mani dal Porticciolo promuove la prima edizione del bando clandestino

Il comitato GLMDP promuove il "Bando Clandestino", mettendo a disposizione 800 euro per progetti meritevoli, per coloro i quali vogliono conservare e migliorare il bene comune.

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di SalernoToday

"il Bando clandestino è rivolto alla cittadinanza attiva, a coloro i quali vogliono conservare e migliorare il "bene comune", alle persone con senso di giustizia sociale, all'umanità capace di organizzarsi e ribellarsi alle logiche dominanti."

Così recita l'incipit del "Bando clandestino" organizzato dal comitato Giù le mani dal Porticciolo

Questo strumento servirà per "il miglioramento materiale ed immateriale del Porticciolo di Pastena", abbandonato al degrado dalle istituzioni.

Il Comune di Salerno e Ilardi hanno, a conti fatti, chiuso in un cassetto il progetto del megaporto, escludendo tuttavia l'area del Porticciolo dalle opere di ripascimento e da qualunque tipo di manutenzione ordinaria e straordinaria.

Tutto ciò è inaccettabile ed intollerabile ed il Comitato, pur essendo composto da semplici cittadini, slegato da qualunque partito o sponsorizzazione, ha deciso di stanziare un budget di 800 euro (guadagnati con l'autofinanziamento) per la realizzazione di progetti di riqualificazione artistica, strutturale, sociale del Porticciolo di Pastena.

I progetti si dovranno presentare entro il 30 settembre alla mail giulemanidalporticciolo@gmail.com con un massimo di 500 parole e dovranno contenere tutte le informazioni pratiche: tempi, modi e costi.

Le proposte possono essere presentate da tutti i cittadini senza bisogno alcuno di essere costituiti come associazione.

Gli ambiti dei progetti possono spaziare da attività socio ricreative (ad esempio corsi di pesca per bambini, di barca a vela ecc) a riqualificazioni materiali e/o artistiche dell'area del porticciolo, eventi artistici musicali, mostre ecc.

Il comitato privilegerà I progetti che avranno continuità nel tempo, con un impatto ambientale minimo e che coinvolgeranno il più possibile la popolazione locale.

Possono presentare progetti "persone comuni, associazioni, amanti ed appassionati del Porticciolo, persone fisiche, studenti, precari, disoccupati, migranti, perditempo, gente fuori dal comune. Sono esclusi il gruppo Fintur, partiti politici, speculatori, fascisti e razzisti"

Le attività non hanno scopo di lucro

Sbizzarritevi, inventate, osate, dalle idee più pazze nascono le storie più belle e il comitato cercherà di dare supporto a tutti i progetti meritevoli.

Ci auguriamo in questo modo di coinvolgere sempre più persone e che sempre più persone coinvolgano altri, appropriandosi e condividendo con noi la battaglia contro la speculazione, per il bene comune, per la salvaguardia della bellezza, che diventi un coro accordato e variopinto che possa aggiustare un po' quest'angolo e questo mondo.

Il testo completo del bando è visibile sul sito https://giulemanidalporticciolo.altervista.org oppure sulla pagina facebook del comitato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Comitato giù le mani dal Porticciolo promuove la prima edizione del bando clandestino
SalernoToday è in caricamento