"Il sabato sera mi sentivo strano...": la lettera di don Luigi alla piccola Melissa

Il parroco di Capriglia ha pubblicato una lettera commovente per la 16enne stroncata da un malore in classe

“Cara Melissa, ti confido una cosa: il sabato sera e la domenica precedenti (a quel terribile 7 ottobre quando fui avvisato del tuo volo in Cielo), inspiegabilmente mi sentivo strano, irrequieto, a tratti insofferente e non riuscivo a trovare un perchè, non essendo successo nulla. Poi il lunedì diedi una spiegazione a quel mio stato d’animo”.

Lo ha scritto in una toccante lettera don Luigi Pierri, parroco di Capriglia che ha celebrato i funerali di Melissa La Rocca, la 16enne morta in classe per un malore. Di seguito, la lettera di don Luigi che è diventata in poco tempo virale sui social, commuovendo tutti:

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

74588708_762366434228821_5789667115313135616_n-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma a Torrione: donna si sente male sulla spiaggia e muore

  • Covid-19: salgono i contagi a Salerno e provincia, muore un paziente. L'appello di Polichetti (Fials)

  • Covid-19: altri 3 contagi in provincia di Salerno, il bilancio dei positivi

  • Belen in Costiera, "salto" a Ravello e degustazione dei dolci di Pansa

  • Covid-19, contagiata una bimba di Pontecagnano

  • Covid-19: sette nuovi contagi in Campania, il bollettino

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento