menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lettera per Sua Santità

SUA SANTITA' PAPA FRANCESCO,

Mi chiamo Giuseppe e le scrivo in ginocchio questa supplica. Innanzitutto Le dico che è stata una gioia e un'emozione immensa vedere che ha preso il nome di San Francesco D'Assisi, a cui sono molto legato, avendo fatto parte della comunità francescana. Mi permetto di disturbarla per portare a Vostra conoscenza un grave problema che affligge la mia comunità. Innanzitutto Le dico che sto scrivendo da Agropoli in provincia di Salerno, un luogo molto legato e devoto a San Francesco. Qui sorge lo scoglio dove è avvenuto il miracolo di San Francesco, qui il Santo si fermò a predicare ai pesci, dopo essersi scontrato con l'indifferenza della popolazione. Purtroppo per un'assurda legge regionale e per un errato calcolo umano, il nostro Ospedale è destinato alla chiusura ed attualmente è l'unico in Campania destinato a ciò. Il nostro è un territorio molto vasto e la presenza di un Ospedale è necessaria per il bene e la salvezza della nostra comunità. Ho molto a cuore la sorte dei più indifesi, gli ammalati, i bambini, gli anziani, i disabili, coloro che non hanno voce... Le parlo con il cuore in mano, Vorrei che prendesse a cuore la nostra causa, da mesi ormai stiamo lottando per salvare il Nostro ospedale, in virtù delle tante vite che ci sono in gioco e che in futuro, potrebbero rischiare di non essere salvate. Gli ospedali più vicini distano almeno mezz'ora di macchina. Il diritto alla salute è un diritto fondamentale di tutti, riconosciuto anche dalla Nostra Costituzione e quello che qua sta accadendo, non ha senso, ci stanno strappando un nostro diritto. Ci sono in gioco tante vite umane. La vita è un dono di Dio e non si può toccare, togliere o ridurre ad un calcolo meramente economico. Anche una sola vita salvata è importante. Da molto tempo mi sto battendo giorno e notte insieme al Comitato per salvare l'Ospedale, attualmente stiamo presidiando la Direzione sanitaria giorno e notte, ma la nostra voce è troppo debole per poter essere ascoltata. Noi ci battiamo per chi non ha la voce e la forza per farsi ascoltare. Le chiedo umilmente di formulare una preghiera per la salvezza dell'Ospedale di Agropoli e di intercedere con le autorità competenti, al fine di scongiurare la chiusura, che potrebbe avvenire definitivamente il 12 luglio 2013, giorno in cui ci sarà la sentenza del Consiglio di Stato che dovrà decidere le sorti del nostr Ospedale. La invito a venirci a trovare ad Agropoli, o quanto meno a formulare un saluto di sostegno all'Angelus della domenica, per la nostra salvezza. La prego di inviare a me e a tutti i membri del Comitato che si stanno battendo per questa causa, una benedizione.

Le auguro ogni pace e bene,
Con devozione

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona "arancione", ecco cosa cambia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Punta Campanella: avvistato un esemplare di balena grigia

  • social

    Laureana Cilento, consiglieri donano fiori alle piazze del paese

  • social

    Lotto tecnico, continuano le vincite: ecco i nuovi numeri

Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento