menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un tratto della strada provinciale 175 litoranea

Un tratto della strada provinciale 175 litoranea

Pontecagnano, Ciro De Sio: "La litoranea non è sicura"

Il presidente dell'associazione Costa Picentina, titolare di un albergo, evidenzia le criticità della strada provinciale litoranea e lancia un appello alle istituzioni

Protestano residenti ed operatori della zona litoranea di Pontecagnano Faiano in merito alle condizioni di sicurezza della strada provinciale 175, che per sette chilometri attraversa appunto il litorale della città picentina e che diverse volte, in passato, è stata purtroppo teatro di incidenti stradali, alcuni dei quali anche mortali. Proprio le condizioni della strada sono oggetto della protesta di alcuni tra residenti ed esercenti della costa di Pontecagnano Faiano.

"Sono anni che mandiamo avanti la nostra battaglia per la sicurezza della strada litoranea nel territorio di Pontecagnano Faiano - afferma Ciro De Sio, operatore turistico e presidente dell'associazione Costa Picentina, da due anni attiva sul territorio e impegnata nel mettere in luce i disagi dei residenti - le problematiche sono numerose ma la sicurezza relativa alla viabilità va affrontata subito, non ci stancheremo di ripeterlo".

Ciro De Sio elenca quindi una serie di "emergenze" relativamente alle condizioni strutturali del tratto di litoranea che attraversa Pontecagnano Faiano: "A più riprese abbiamo chiesto la realizzazione di marciapiedi dato che l'unico esistente è in realtà pista ciclabile, anche se poi spesso ci parcheggiano - dice De Sio - così come abbiamo chiesto l'installazione di impianti semaforici, il ridipingimento delle strisce pedonali e il rifacimento della segnaletica, così come i dissuasori di velocità".

Non solamente, tuttavia, una problema "infrastrutturale" ma anche di "senso civico": "Qui le auto sfrecciano maledettamente e non una sola volta, in passato, ci sono stati incidenti stradali anche mortali - precisa De Sio - per questo, chiediamo anche una maggiore presenza di forze dell'ordine sul territorio. In estate c'è stata una presenza più assidua di vigili urbani ma sempre sino ad un determinato orario, poi di notte qui si vedono solamente i carabinieri, anche loro purtroppo con risorse limitate. Tuttavia, qui servono più controlli, anche con l'avvicinarsi appunto della stagione estiva".

Tra i vari problemi che si ripercuotono anche sulla viabilità quello dei parcheggiatori abusivi: "Avevamo proposto la costituzione di una cooperativa sociale per regolamentare la sosta con parcheggiatori autorizzati - riferisce Corrado Casalino, residente della zona litoranea - il progetto si chiamava Strisce Blu: purtroppo non è andato avanti. Eppure in questo modo si potrebbe dare lavoro a molte persone, riqualificare la zona ed offrire un servizio importante, garantendo anche una entrata, con la sosta a pagamento, per il comune".

La strada litoranea, inoltre, in occasione delle mareggiate invernali viene invasa da detriti e sabbia di ogni tipo: "L'ultima volta è successo nelle scorse settimane - dice De Sio - ed era molto pericoloso procedere in automobile. Anche in questo senso ci vogliono interventi mirati, sono stati stanziati 70 milioni di euro per il ripascimento del litorale a Sud di Salerno, speriamo che i lavori inizino presto. La strada è stata poi ripulita dal personale della Provincia".

In passato si era parlato della pedonalizzazione, con relativa chiusura al traffico, del tratto di strada litoranea che attraversa Pontecagnano Faiano: "Ben venga una chiusura parziale della strada - dicono all'unisono Casalino e De Sio - tuttavia per fare questo bisognerebbe effettuare interventi sulle strade che collegano la litoranea alla strada provinciale Aversana, in quanto il traffico dovrebbe essere dirottato tutto lì. Tuttavia ribadiamo, chiusura solamente parziale".

A Pontecagnano Faiano, a breve, ci saranno le elezioni amministrative: "Abbiamo sentito tante parole e tanti discorsi sulla zona litoranea - continua Ciro De Sio - noi ci rivolgiamo agli amministratori locali, agli enti competenti e alle forze dell'ordine: la strada litoranea non è sicura. Abbiamo sentito che la Provincia ha annunciato interventi per l'installazione di semafori con pulsantiera e il rifacimento della segnaletica. Speriamo lo facciano presto".

Nei mesi scorsi la Provincia di Salerno, in seguito all'ennesimo tragico incidente stradale, aveva annunciato l'installazione di sei impianti semaforici a pulsantiera e il rifacimento appunto della segnaletica stradale, con l'obiettivo di aumentare la sicurezza nella zona, in particolare con l'approssimarsi della stagione estiva. L'auspicio è che si prendano immediatamente provvedimenti per rendere più sicura la strada litoranea, come richiesto a più riprese da residenti, operatori ed associazioni della zona.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Salerno usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento