rotate-mobile
Cronaca Ottati

Ottati, inaugurata la "Casa dell'Acqua": presenti Romano e Pellegrino

Un servizio offerto alla comunità che, oltre a generare un risparmio per le famiglie, riduce la produzione di materiale plastico in favore del riutilizzo di contenitori di diverso materiale

E’ stata inaugurata la Casa dell’Acqua a Ottati. Un servizio offerto alla comunità che, oltre a generare un risparmio per le famiglie, riduce la produzione di materiale plastico in favore del riutilizzo di contenitori di diverso materiale. 

Il commento 

Presente il sindaco Elio Guadagno che ha dichiarato: “Un’iniziativa realizzata con fondi del Ministero dell’Interno, che si pone in coerenza con la politica di rispetto dell’ambiente condotta in questi tre anni di attività, conducendoci, grazie anche all’impegno dei cittadini e degli operatori ecologici, al miglioramento delle percentuali di raccolta differenziata e di riciclo rispetto agli anni pregressi, oltre alla certificazione coi dati dell’Arpac che il Comune di Ottati, per l’anno 2021, è stato l’unico Comune della Provincia di Salerno e uno dei quattro in Regione Campania ad aver rispettato i valori soglia dell’Oms per l’emissione in atmosfera di polveri sottili e biossido di azoto”.

I partecipanti 

Non sono voluti mancare al taglio del nastro il presidente e il direttore dell’Ente Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni, Tommaso Pellegrino e Gregorio Romano. “Hanno voluto rappresentare l’impegno che in area Parco, non solo sulla costa marina, ma anche nell’entroterra, si sta facendo per la salvaguardia dell’ambiente, della biodiversità, oltre a quello riservato ad altri ambiti, come la cultura, l’arte, lo sport, il turismo e la mobilità sostenibile.Grazie a chi ha contributo alla realizzazione di una struttura così bella e innovativa, che da oggi, ufficialmente, è al servizio della Comunità di Ottati e non solo”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ottati, inaugurata la "Casa dell'Acqua": presenti Romano e Pellegrino

SalernoToday è in caricamento