Sabato, 12 Giugno 2021
Cronaca

Pagani, accoltellò il fidanzato della sorella: condannato

Il giovane si è visto derubricare l’accusa di tentato omicidio in lesioni dal collegio presieduto dal giudice Franco Russo Guarro

Accoltellò per due volte il fidanzato della sorella, dopo un litigio nei pressi di casa. E' arrivata giorni fa la condanna per un 26enne di Pagani, condannato a 3 anni di reclusione. Il giovane si è visto derubricare l’accusa di tentato omicidio in lesioni dal collegio presieduto dal giudice Franco Russo Guarro.

I fatti

L’episodio risale all’11 marzo 2017: alla base del gesto screzi passati ma continui tra l’imputato e la sorella, con il fidanzato di quest’ultima a finirci di mezzo. L’arma usata per colpire aveva una lama lunga dieci centimetri. Le accuse per il ragazzo erano di tentato omicidio - inizialmente - e porto di arma bianca. Quel giorno, la vittima giunse nei pressi della casa della fidanzata. Il fratello di quest’ultima sopraggiunse poco dopo. Tra i due vi fu un veloce scambio di battute, poi l’imputato estrasse un coltello dalla tasca del giubbotto e colpì con due fendenti il trentacinquenne, che si girò su un lato per difendersi e attutire uno dei due colpi, procurandosi una ferita nella parte sottostante l’ascella sinistra. A fermare quell’aggressione furono i familiari, intervenuti dopo pochi minuti, fino all’arrivo di un'ambulanza e dei militari. Anche la sorella dell’imputato - con la quale i rapporti non erano dei migliori - rischiò di essere aggredita. Futili motivi che quel giorno scatenarono la furia del giovane, che per fortuna dei presenti non portò a conseguenze peggiori. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pagani, accoltellò il fidanzato della sorella: condannato

SalernoToday è in caricamento