menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pagani, nega estorsione davanti ai giudici: condannato per falsa testimonianza

E' stato condannato a 10 mesi di reclusione, con pena sospesa, un uomo di Pagani, chiamato a testimoniare nel 2017 nel processo "Criniera"

Negò un'estorsione, dopo averla invece raccontata ai carabinieri, in fase d'indagine. E' stato condannato a 10 mesi di reclusione, con pena sospesa, un uomo di Pagani, chiamato a testimoniare nel 2017 nel processo "Criniera". L'uomo aveva consegnato dei soldi in contanti ad un imputato, per poi negargli il consumo di bibite gratuite nella sua attività, beccandosi un pugno al volto. Lo stesso rifiuto era stato espresso ad un ragazzo, che sarebbe venuto a nome dello stesso pregiudicato. Circostanze confermate ai carabinieri, in sede d'indagine, con l'uomo a spiegare di averlo fatto per "quieto vivere", in ragione della natura criminale che avrebbe conosciuto dell'imputato. Ma una volta in tribunale, l'uomo aveva cambiato versione, finendo per essere denunciato per falsa testimonianza. Il processo "Criniera", ancora in fase di dibattimento, è condotto dalla Dda di Salerno riguardo le presunte attività criminali del clan Fezza - D'Auria Petrosino, con i suoi presunti rapporti con l'allora amministrazione comunale. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento