Sabato, 24 Luglio 2021
Cronaca

Pagani, nel centro storico con la droga in tasca: condanne blindate per due

I due erano stati arrestati in flagranza di reato per detenzione al fine di spaccio di droga nei quartieri del centro storico di Pagani, ammanettati in flagranza di reato e trovati in possesso di 30 dosi di cocaina pronte alla rivendita

Motivazione congrua e articolata, criteri giuridici rispettati e complessiva legittimità: così i giudici della Corte di Cassazione hanno respinto il ricorso presentato dai due spacciatori paganesi G.D. e F.N. , arrestati nell’ottobre 2018 con la successiva condanna arrivata con il rito alternativo del patteggiamento.

Le accuse

In particolare, gli imputati avevano scelto la pena concordata, per poi rivolgersi alla Corte di Cassazione presentando le loro rimostranze, sottolineando irregolarità nella motivazione e una pena troppo alta. I due erano stati arrestati in flagranza di reato per accuse di detenzione al fine di spaccio di droga nei quartieri del centro storico di Pagani, ammanettati in flagranza di reato e trovati in possesso di 30 dosi di cocaina pronte alla rivendita. Il blitz dei carabinieri della tenenza di Pagani interruppe le attività di smercio e cessione, con il provvedimento seguito dal processo, celebrato con il rito direttissimo e successivamente chiuso con l’accoglimento della richiesta di pena concordata. Rispetto alla sentenza, i giudici non hanno ravvisato violazioni e irregolarità di alcun tipo: dalla quantificazione alla motivazione, senza problemi di sorta nell’iter arrivato alla decisione e al calcolo della pena

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pagani, nel centro storico con la droga in tasca: condanne blindate per due

SalernoToday è in caricamento