rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Cronaca Pellezzano

Bovini a Pellezzano, il sindaco: "Cattura e abbattimento", l'ira degli animalisti

La Lav di Salerno: "è una vergogna ed il sindaco farebbe bene a puntare il dito contro i veri responsabili del fenomeno dei bovini vaganti che di certo non sono gli animali stessi"

I bovini vaganti a Capezzano e dintorni saranno catturati ed abbattuti. Lo annuncia il sindaco di Pellezzano, Carmine Citro che, per rispondere alle innumerevoli segnalazioni che stanno tempestando Palazzo di Città, rende noto il nuovo provvedimento: "In seguito ai numerosi disagi causati dai bovini vaganti sul territorio comunale di Pellezzano, visto che a nulla sono valse le ordinanze sindacali con cui se ne vietava il pascolo in strade e centri abitati pubblici, con il supporto tecnico del comandante della polizia Municipale Giovanni Pierro, abbiamo disposto la cattura e il sequestro immediato di tutti i bovini vaganti, trovati  senza custodia in aree pubbliche del territorio di Pellezzano", spiega il Primo cittadino.

"Il 13 agosto è stato effettuato un intervento di bonifica di concerto con il servizio veterinario nazionale. In seguito alla disponibilità dell'Asl di Salerno i funzionari del comune di Pellezzano,
dopo aver avvisato anche la compagnia dei carabinieri di Mercato San Severino, unitamente agli ispettori di Polizia Municipale Carmine Somma e Antonio Martorelli e ai volontari della protezione civile Santa Maria delle Grazie, hanno effettuato un minuzioso controllo del territorio. Purtroppo, durante l'operazione, non sono stati intercettati animali vaganti e quindi non è stato possibile procedere alla cattura", continuano dal Comune di Pellezzano.

Già lo scorso anno, il Comune ha affidato i servizi di cattura e detenzione degli animali vaganti a tre ambulatori veterinari  specializzati in questo settore, con ordine di assistenza veterinaria; cattura, trasporto e custodia presso una stalla autorizzata e macellazione, ove necessaria. "L'ordinanza - riprende Citro - prevede il divieto di pascolo in luoghi pubblici e il sequestro degli animali vaganti, inoltre, in caso di sequestro, trascorsi due giorni senza nessuna richiesta da parte di eventuali detentori o proprietari, l'animale sequestrato dovrà essere distrutto sotto il controllo delle autorità veterinarie. In ogni caso, nei prossimi giorni, saranno effettuate nuove retate con la speranza che vadano a buon fine".  Decisione, questa, che, inevitabilmente, indigna il mondo animalista.

"E' necessario sanzionare e punire i proprietari del bestiame incontrollato: che senso ha prendersela con gli animali? - si domanda, basita, Simona Parrilli della Lav di Salerno - Usare, tra l'altro, termini come distruzione di bovini, come fatto dal sindaco di Pellezzano, la dice lunga sulla considerazione mostrata verso gli amici di zampa che non sono oggetti, ma meritano rispetto e non possono pagare con la loro vita le colpe dei proprietari incivili: è una vergogna ed il sindaco farebbe bene a puntare il dito contro i veri responsabili del fenomeno dei bovini vaganti che di certo non sono gli animali stessi".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bovini a Pellezzano, il sindaco: "Cattura e abbattimento", l'ira degli animalisti

SalernoToday è in caricamento