Pugni e testate al direttore dell'autogrill sull'A2: arrestato ultras catanese

Il convoglio si era fermato presso un’area di servizio per una sosta. In quell’occasione, uno dei tifosi, era stato notato dal direttore dell’autogrill mentre si appropriava di merce varia, che nascondeva nelle tasche della propria tuta

L'autogrill

Un pregiudicato di 27 anni, A.A le sue iniziali, è stato arrestato dalla Digos perché accusato di reati contro il patrimonio e in materia di stupefacenti. L’uomo è considerato l’autore di una  rapina avvenuta in un autogrill dell’autostrada A2 del Mediterraneo, in provincia di Salerno. Il tifoso del Catania Calcio faceva parte di un gruppo di 100 sostenitori catanesi ultras della Curva Nord i quali, a bordo di due pullman nella giornata di domenica 6 ottobre, si stavano dirigendo a Terni per assistere alla gara Ternana-Catania, valevole per il campionato di Serie C, Girone C.

Il fatto

Il convoglio si era fermato presso un’area di servizio per una sosta. In quell’occasione, uno dei tifosi, era stato notato dal direttore dell’autogrill mentre si appropriava di merce varia, che nascondeva nelle tasche della propria tuta. Alla richiesta del direttore di restituire ciò che aveva nascosto o di pagare alla cassa, il tifoso inveiva contro di lui, consegnandogli solo una parte della merce, non anche quella già occultata; anzi per tutta risposta lo colpiva con una testata e successivamente con schiaffi e pugni, incurante della presenza e dell’intervento di altre persone, procurandogli delle lesioni.

L’arresto è stato compiuto a Catania, al rientro dei tifosi dalla trasferta, dopo la visione dei filmati e agli accertamenti di polizia, grazie anche alla fattiva collaborazione con le Digos di Salerno, competente per territorio, e di Terni, dove si era regolarmente presentato con abiti diversi ed aveva assistito all’incontro di calcio, convinto di potersi confondere fra la folla. Nel corso della perquisizione domiciliari è stato rinvenuto, nella tasca destra dei pantaloni, un piccolo quantitativo di crack, derivato della cocaina, che è stato sottoposto a sequestro. Per questo l’uomo è anche indagato in stato di libertà. Inoltre il questore di Catania Mario Della Cioppa emetterà un provvedimento di divieto di accesso ai luoghi dove si svolgono manifestazioni sportive.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19, Sarno si sveglia in lacrime: muore Michele, 38enne ricoverato al Ruggi

  • Suicidio a Salerno, si lancia dalla finestra e muore sull'asfalto

  • "Alimenti scaduti nel mio pacco": il direttore del Banco Alimentare risponde alla mamma di Pontecagnano

  • Coronavirus: 1° contagio a San Mango e nuovo caso a San Severino, i nomi dei pazienti

  • Coronavirus a Cava, contagiato medico di base: l'appello di Servalli ai pazienti

  • Covid-19: muore una salernitana, 341 contagi in provincia. Primario in via di miglioramento

Torna su
SalernoToday è in caricamento