Rifiuti e indagine su cooperative, Napoli: "Linea dura contro gli incivili"

Il primo cittadino lancia un nuovo accorato appello alla popolazione affinché rispetti le norme della raccolta differenziata

Il sindaco Napoli

Nuovo accorato appello del sindaco Vincenzo Napoli contro i “cafoni” che continuano ad abbandonare i rifiuti lungo le strade del capoluogo.  Il primo cittadino, a margine di una conferenza stampa a Palazzo di Città, difende a spada tratta i dipendenti della società municipalizzata addetta alla raccolta. “Salerno Pulita sta facendo in più di quello che dovrebbe fare. Uno sforzo generoso per combattere l’inciviltà. Noi abbiamo due o tre punti crisi nei quali accenderemo i riflettori ed attueremo una repressione severissima, come in via Ligea e nell’area del porto turistico per una serie di aspetti legati alla raccolta differenziata”.

Il lungomare e le cooperative

Napoli denuncia come, dopo lo scorso weekend, “il lungomare è stato lasciato in condizioni pietosissime. Bisogna tenere alto il decoro contro il degrado”. Il sindaco, allo stesso modo, non si sbilancia sull’indagine della Procura inerente l’appalto delle cooperative che si occupano della manutenzione.  “La nostra stella polare è il lavoro. E grazie al presidente De luca negli anni siamo riusciti a stabilizzare tanti lavoratori nella nostra partecipata. I nostri uffici tecnici stanno valutando la questione, ci sono procedure tecniche che vanno seguite” ha tagliato corto Napoli. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm 3-4 dicembre: cosa cambierà, le anticipazioni

  • La strage del Covid-19: muore nella notte 33enne incinta, Nocera piange Veronica

  • In arrivo nubifragi in Campania: le previsioni meteo per Salerno e provincia

  • Beccato alla guida senza mascherina: multato conducente in autostrada

  • Morte di Veronica, la Lucarelli contro un giornalista locale: "Era importante specificare che fosse innamorata?"

  • Lutto a Buonabitacolo: muore a 35 anni l'Appuntato Scelto Luca Ferraiuolo

Torna su
SalernoToday è in caricamento