menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Parcelle "gonfiate" al Ruggi d'Aragona: Lenzi e Ramunni rinviati a giudizio

Entrambi sono accusati dalla Procura per aver dato il nullaosta ad alcuni pagamenti che non erano dovuti. A far scattare le indagini è stata la segnalazione di un dirigente dell'azienda ospedaliera

L’ex direttrice generale dell’azienda ospedaliera universitaria San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona Elvira Lenzi e l’avvocato Walter Maria Ramunni sono stati rinviati a giudizio dal giudice dell’udienza preliminare Maria Zambrano, presso il tribunale di Salerno, perché accusati di concorso in peculato.  Nel mirino della magistratura – riporta La Città - sono finiti i provvedimenti amministrativi che hanno dato il via libera al saldo dei compensi per alcuni incarichi conferiti dall’azienda ospedaliera. Quegli esborsi di denaro pubblico – secondo la Procura - potevano almeno in parte essere evitati, facendo risparmiare alle casse del Ruggi d’Aragona decine di migliaia di euro.  

Lenzi ne risponde in quanto firmataria del nulla osta ai pagamenti; Ramunni, che all’epoca dirigeva il dipartimento di staff dell’ospedale, è accusato di avere fornito su quegli atti un parere di regolarità e legittimità che sarebbe risultato fuorviante. A far scattare le indagini è stata a segnalazione di un dirigente dell’azienda ospedaliera. Si andrà in aula a gennaio, quando il pubblico ministero chiederà l’acquisizione degli atti che consentirono i pagamenti e degli altri mezzi di prova. Intanto gli avvocati difensori Giovanni Annunziata e Annarita Rescigno presenteranno alcune eccezioni. Secondo la loro ricostruzione quei provvedimenti erano legittimi e l’azienda ospedaliera non avrebbe subìto alcun danno.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Segnalazioni

Degrado a Salerno: persone rovistano di notte nei rifiuti, la denuncia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento