Emergenza influenza, boom di accessi all'ospedale Ruggi: sono già 1700

Capienza enorme nonostante il 118 smisti da giorni i pazienti che risultano in condizioni meno gravi presso altri ospedali vicini, anche a causa dell'insufficiente numero dei posti letto

Pronto soccorso affollato al Ruggi di Salerno: si contano 1700 accessi. Posti letto potenziati. I bambini e gli anziani quelli più a rischio per il picco del virus previsto per dopo l'Epifania

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I numeri 

Capienza enorme nonostante il 118 smisti da giorni i pazienti che risultano in condizioni meno gravi presso altri ospedali vicini, anche a causa dell'insufficiente numero dei posti letto. L'ospedale di Salerno resta tuttavia il primo soccorso della Campania con 95mila accessi in un anno (si è registrato un aumento di 17mila unità rispetto al 2017) e 140 mila complessivi tra tutti i plessi. Numeri superiori anche al Cardarelli di Napoli. L'attenzione resta alta anche a causa del forte gelo, che potrebbe portare ad un ulteriore picco di accesso nei prossimi giorni, specie per anziani e bambini. I più colpiti dai virus influenzali. Secondo i dati forniti da Il Mattino, circa l'80 per cento degli accessi sono di persone che giungono all'ospedale in maniera autonoma. E gli interventi tampone fanno ben poco, nonostante il filtro predisposto dal 118 per smistare i pazienti verso altri presidi. Se si entra nello specifico dei numeri, al giorno si contano almeno 7 codici rossi, idem per i gialli, che prevedono quasi sempre un ricovero. Il problema è il numero di barelle, 75 quelle totali, che spesso non riescono a essere sufficienti per tutti i pazienti. Così come per lo spazio, che diventa insufficiente anche in pronto soccorso. Un effetto a catena che porta al rallentamento delle varie fasi dell'assistenza, da reparto a reparto

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si laurea a 20 anni con Lode in Ingegneria Informatica: targa per un salernitano

  • Covid-19, De Luca firma l'ordinanza: movida di nuovo sotto controllo

  • Tromba marina devasta Salerno: alberi sradicati e tegole volanti, paura al "Galiziano"

  • Test sierologici gratuiti per Covid-19 e Epatite C: l'iniziativa a Salerno

  • Dramma a Montecorvino Pugliano, donna si impicca sul balcone di casa

  • Il maltempo mette in ginocchio la provincia: scattano evacuazioni a Sarno

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento