rotate-mobile
Mercoledì, 22 Maggio 2024
Cronaca

Salerno: il sistema delle "Torri" contro le razzie saracene

Nel 1563 a Salerno venne edificato un sistema di difesa contro le incursioni saracene composto dalle torri Angellara, Carnale e da quella della Crestarella a Vietri sul mare

Nel 1563 a Salerno venne edificato un sistema di difesa contro le incursioni saracene composto dalle torri Angellara, Carnale e da quella della Crestarella a Vietri sul mare. Delle tre torri, quella denominata Torre Angellara è quella situata più ad est ed è stata costruita nei pressi della foce del Mariconda. Attualemente, dopo essere appartenuta alla Marina militare, adesso è divenuta, dopo le norme sul federalismo demaniale, di proprietà del Comune di Salerno.

La Crestarella, invece, essendo situata nel territorio di Vietri funge da collegamento con il sistema di torri della Costiera amalfitana. Quella che, però, indubbiamente ha avuto la storia più travagliata è il Forte la Carnale. Quest'ultima torre, era una così detta torre cavalliara dalla quale partivano alcuni soldati a cavallo che correvano a dare l'allarme alla popolazione. La torre è stata utilizzata da Ippolito da Pastina come sede del suo Comando popolare nel '600, come fortezza Borbonica da Ferdinando I nell'800 e come bunker nella II Guerra Mondiale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salerno: il sistema delle "Torri" contro le razzie saracene

SalernoToday è in caricamento