menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Scafati, spaccio a gestione familiare nella zona di Mariconda: condanne e rinvii a giudizio

Il gup condanna a 3 anni G.F. , coinvolto lo scorso giugno in un blitz antidroga a Scafati, insieme ad altre persone, alcune anche imparentate con lui. Nella stessa udienza preliminare, il giudice ha mandato a giudizio altri due imputati  

Cocaina e crack a domicilio: il gup condanna a 3 anni e 18mila euro di multa G.F. , coinvolto lo scorso giugno in un blitz antidroga a Scafati, insieme ad altre persone, alcune anche imparentate con lui. Nella stessa udienza preliminare, il giudice ha mandato invece a giudizio altri due imputati.  

L'indagine

Le accuse per tutti erano di detenzione e spaccio di stupefacenti per un’inchiesta che durò solo pochi mesi, ma che evidenziò un fiorente spaccio di cocaina, crack e marijuana, organizzato da G.F. , giudicato in abbreviato. I carabinieri ricostruirono alcune delle fonti di approvigionamento dello stupefacente, documentando poi gli incontri per le cessioni di droga, riuscendone anche a sequestrare alcune dosi. A coadiuvare l’attività dell'uomo sarebbero state altre due persone, finite entrambe a giudizio. Nonostante fosse affidato ai servizi sociali per un precedente arresto per spaccio, l'uomo avrebbe proseguito nella sua attività. Con lo smercio poggiato su una solida base di acquirenti interessati alla droga, nell’area tra le palazzine del quartiere popolare Mariconda e il centro Plaza. Il modus operandi del pusher era sempre lo stesso: gli assuntori lo contattavano su un’utenza telefonica e poi si recavano a casa sua nelle palazzine oppure ricevevano la droga direttamente a domicilio. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Moderna e Pfizer: ecco cosa cambia da lunedì

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento