rotate-mobile
Cronaca

Operazione "Duty Free": scoperto un traffico di sigarette di contrabbando, approdo a Salerno

Le sigratte veniva chiuse in plichi anonimi e raggiungevano un ufficio postale. Quello prescelto si trovava all'interno del porto di Ancona

Attraverso l'operazione denominata “Duty free”, la Guardia di Finanza di Ancona ha scoperto un articolato e collaudato sistema di frode, che permetteva d’importare illecitamente ingenti quantitativi di tabacchi lavorati esteri nel territorio italiano in totale evasione d’imposta. Approdo nel porto di Salerno.

I dettagli

Nel periodo compreso tra novembre 2020 e giugno 2021, i Baschi verdi hanno individuato e sequestrato 180 chili di sigarette di contrabbando, cioè 5.400 pacchetti di varie marche (Winston, Marlboro, Merit, Chesterfield, L&M Blu Label e Philip Morris). Tra i 28 denunciati anche alcuni membri degli equipaggi delle motonavi di un noto Gruppo di navigazione, risultato estraneo ai fatti, che effettua le tratte sia tra la Grecia e l’Italia, con approdo nel porto di Ancona, sia tra la Tunisia e l’Italia con approdo nel porto di Salerno. Tra loro spiccano, infatti, personaggi con il ruolo di “Comandante”, “Commissario di bordo”, “Ufficiale di macchina”, “Medico di bordo” e “Ufficiale di coperta” sino ad arrivare a figure come “cuoco di bordo”, “cameriere”, “elettricista” e “addetto alle cabine”. Le sigratte veniva chiuse in plichi anonimi e raggiungevano un ufficio postale. Quello prescelto si trovava all'interno del porto di Ancona.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Operazione "Duty Free": scoperto un traffico di sigarette di contrabbando, approdo a Salerno

SalernoToday è in caricamento