menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Paciello

Paciello

Strage di Sassano, chiesta l'assoluzione per Gianni Paciello

I legali del giovane che uccise 4 ragazzi, tra cui il fratello, sostengono che a causare l'incidente fu un malore e un malfunzionamento della Bmw

E' stata chiesta l'assoluzione per Gianni Paciello, accusato di essere l'autore della strage di Sassano, consumata il 28 settembre del 2014, quando con la sua Bmw travolse e uccise quattro ragazzi, tra cui suo fratellino, mentre erano seduti ad un bar, in località Silla.

Gli avvocati difensori intendono convincere i giudici dell'insussistenza di tutti gli elementi che hanno portato alla condanna del loro assistito a 10 anni di carcere in primo grado: secondo i legali, in realtà, un malore avrebbe colpito Paciello facendogli perdere il controllo della guida ed inoltre il sistema dei freni della Bmw non avrebbe funzionato bene. Da qui la richiesta di assoluzione del ragazzo che, durante le indagini, risultò ubriaco nel giorno del sinistro.


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona "arancione", ecco cosa cambia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento