Cronaca

Truffa rimborsi Irpef per 25 milioni, sequestri anche a Scafati: 28 indagati

Facevano ottenere rimborsi per prestazioni mediche mai erogate per poi chiedere tra il 30% ed il 50% della cifra ricavata. Sequestri in tutta Italia

Una vera e propria associazione a delinquere impegnata nel far ottenere rimborsi Irpef per false prestazioni mediche. Un mare di rimborsi su una cifra totale di 52 milioni di euro per un profitto di poco più della metà, 25.113.098 euro. Oltre quattromila richieste di rimborsi sui 730 inviate tra il 2013 e il 2015 con un totale di 28 indagati. L'accordo con i professionisti era quello di restituire tra il 30% ed il 50% del rimborso ottenuto.

Il blitz

Un tentativo di truffa simili era stata provata anche ai danni dell'Inps per un importo di oltre tre milioni di euro ma in quel caso i rimborsi non vennero erogati. La Guardia di finanza sta effettuando in queste ore una serie di sequestri preventivi per recuperare la cifra equivalente al danno in diverse citta napoletane come Castellammare di Stabia, Boscotrecase, Napoli, Torre del Greco, Pompei, Santa Maria la Carità, Volla e Giugliano. Ma anche in altre città come Roma, Pomezia (Roma), Salerno, Siena, Milano, Bologna, Parma, Vicenza, Scafati (Salerno), Jesi (Ancona). Invece per recuperare i rimborsi erogati alle persone verranno applicate una serie di sanzioni amministrative.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Truffa rimborsi Irpef per 25 milioni, sequestri anche a Scafati: 28 indagati

SalernoToday è in caricamento