rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Scuola Mercato San Severino

Doppi turni all'Istituto Virgilio Marone: la Provincia risolve il problema

Il presidente Strianese: “Abbiamo lavorato con urgenza per rendere agibile la struttura dell’ex Pretura, a pochi passi dal municipio di Mercato San Severino, in modo da utilizzarla per accogliere le classi in surplus ed eliminare quindi i rientri pomeridiani"

Risolto in tempi rapidi il problema dei doppi turni che si era creato per il “Publio Virgilio Marone” di Mercato San Severino, grazie alla Provincia di Salerno. L'iscrizione in sovrannumero di un centinaio di studenti aveva causato nei giorni scorsi molte proteste come risposta alla necessità da parte della dirigenza scolastica di organizzare i turni pomeridiani. 

Parla il presidente della Provincia, Michele Strianese

“Abbiamo lavorato con urgenza per rendere agibile la struttura dell’ex Pretura, a pochi passi dal municipio di Mercato San Severino, in modo da utilizzarla per accogliere le classi in surplus ed eliminare quindi i rientri pomeridiani.

Quindi già da oggi vengono trasferiti circa 90 ragazzi nella sede che una volta ospitava la Pretura, per un totale di 6 classi. Avevamo preso l’impegno di risolvere il problema dell’agibilità e in tempi rapidi abbiamo provveduto in stretta sinergia con il Sindaco Antonio Somma, eliminando i doppi turni, così come concordato con la dirigente Luigia Trivisone e con la comunità scolastica del Virgilio Marone. La qualità dell’offerta formativa del Virgilio Marone ha portato al repentino aumento delle iscrizioni per cui il nostro settore Patrimonio ed Edilizia scolastica, diretto da Angelo Michele Lizio, sta programmando soluzioni definitive alla carenza degli spazi. La Provincia infatti ha stanziato 6 milioni di euro destinati proprio alla costruzione di nuove aule, di laboratori e di una palestra. Il diritto allo studio per i nostri ragazzi rimane una delle nostre priorità".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Doppi turni all'Istituto Virgilio Marone: la Provincia risolve il problema

SalernoToday è in caricamento