menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Comizio finale di De Luca, diecimila persone a piazza Portanova

Traffico paralizzato e diecimila persone per il comizio di chiusura della campagna elettorale del sindaco di Salerno in piazza Portanova. Presenti i Neri per caso e l'attore Massimo Ghini

Diecimila persone erano presenti ieri al comizio di chiusura della campagna elettorale del sindaco Vincenzo De Luca. Una folla immensa, che ha colmato tutta piazza Portanova e buona parte del corso Vittorio Emanuele, spingendosi oltre la galleria Capitol. Un record di presenze e ovviamente città paralizzata, con il traffico sin dalla zona di Torrione e la quasi totale impossibilità di trovare parcheggio, nonostante il lavoro della polizia municipale.

Al momento della salita sul palco De Luca è stato accolto da una fragorosa ovazione, cori da stadio e sventolio delle bandiere delle liste civiche che lo sostengono, Campania Libera, Salerno per i giovani e Progressisti per Salerno. De Luca è sostenuto anche dal partito socialista e da Sinistra ecologia e libertà. Il sindaco ha quindi iniziato il suo comizio e subito ha tuonato contro gli avversari politici, definendoli "nemici di Salerno": il primo cittadino ha parlato di "pellegrinaggio di ministri" riferendosi ai rappresentanti del governo intervenuti nei giorni scorsi a sostegno della principale sfidante di De Luca, la candidata del centro destra Anna Ferrazzano.

De Luca è quindi ritornato sul tema dei mancati finanziamenti per la città, in particolare citando i noti casi della metropolitana di Salerno, definita "obsoleta" dal governatore Pdl della regione Stefano Caldoro e del teatro municipale "Verdi", che non ha ottenuto un centesimo, a differenza del teatro San Carlo di Napoli, finanziato per 40 milioni di Euro dall'ente regionale. Il sindaco ha quindi usato toni forti definendoli "nemici di Salerno e che non hanno diritto di parola in questa città".

Ha quindi parlato del tema della sicurezza, delle opere pubbliche, della trasformazione urbanistica, della solidarietà, della città dello sport e del turismo, concludendo con un "pensiero" per gli avversari, che ha invitato a "non perdere tempo perchè non ci fermeranno". L'intervento del sindaco era stato anticipato dall'esibizione del gruppo salernitano Neri per caso e dall'intervento volontario dell'attore Massimo Ghini (sposato ad una salernitana) che ha speso parole d'elogio per Salerno, citando la raccolta differenziata "che a Roma non si fa".

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Rischio zona rossa in Campania: si riunisce l'Unità di Crisi

  • Cronaca

    Colta da malore durante un funerale: muore donna a Pisciotta

  • Cronaca

    Dramma a Cava, uomo precipita dal balcone e muore

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento