rotate-mobile
Venerdì, 28 Gennaio 2022
Politica

No al consiglio comunale su Piazza Alario, Fratelli d'Italia: "La Giunta Napoli ha nostalgie sovietiche"

Caroccia e Dianese: "Era opportuno aprire un dibattito serio e costruttivo all’interno dell’assise cittadina in modo da trovare una soluzione giusta e di mediazione"

“La querelle politica sui lavori di Piazza Alario sta mostrando la vera faccia dell’amministrazione comunale salernitana: il rifiuto del sindaco e del Presidente del Consiglio comunale di Salerno a indire un Consiglio Comunale monotematico, forse svela nostalgie sovietiche mai sopite negli animi della maggioranza di centrosinistra”. Lo dichiarano, in una nota congiunta, il responsabile cittadino di Gioventù Nazionale Davide Dianese e il dirigente provinciale di Fratelli d’Italia Paolo Caroccia.

La polemica 

I due dirigenti del partito di Giorgia Meloni dichiarano: “Com’è noto i lavori della piazza hanno suscitato malumori e molti dubbi sia tra i consiglieri comunali e sia tra i cittadini salernitani: il restyling voluto dall’amministrazione pubblica, infatti, va a stravolgere la vocazione della piazza stessa. Pertanto era opportuno aprire un dibattito serio e costruttivo all’interno dell’assise cittadina in modo da trovare una soluzione giusta e di mediazione. Purtroppo, invece, siamo alle solite: i deluchiani, allergici alla democrazia, mortificano i luoghi deputati al confronto poiché, forse, incapaci di tenerlo.  Qualcuno, però, avvisi il sindaco che siamo una città italiana e non del Venezuela: il confronto è parte attiva nel dibattito politico” concludono Caroccia e Dianese.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

No al consiglio comunale su Piazza Alario, Fratelli d'Italia: "La Giunta Napoli ha nostalgie sovietiche"

SalernoToday è in caricamento