Venerdì, 14 Maggio 2021
Politica

Vincenzo De Luca: "Ministro? Meglio fare il sindaco"

Il primo cittadino si smarca dai rumors che lo vedono ministro in un governo guidato da Pierluigi Bersani ed illustra quanto fatto nel 2012

Un momento della conferenza stampa di fine anno (foto comune di Salerno)

Cultura, asili nido, cantieri, Luci d'Artista: su questi punti si è concentrata la conferenza stampa di fine anno del sindaco di Salerno Vincenzo De Luca, che si smarca da chi lo vorrebbe o lo quota come ministro della Repubblica in un ipotetico futuro governo Bersani, dicendo che preferisce "fare il sindaco". Il primo cittadino non ha mancato di ricordare i "tagli lineari" che hanno penalizzato le amministrazioni locali, evidenziando che "negli ultimi due anni e mezzo Salerno ha subito un taglio del 50% delle risorse dello Stato, da 60 a 30 milioni di Euro". De Luca, in un suo precedente intervento su facebook, aveva invitato Monti a passare il Capodanno a Salerno.

Tagli lineari che però non hanno "fermato" il comune di Salerno: "Siamo riusciti - ha detto il sindaco - a non ridurre i servizi alla persona. Siamo la quarta città d'Italia e la prima del Sud per la copertura di asili nido, abbiamo una rete di servizi assistenziali per anziani e disabili di assoluto livello. Credo sia difficile trovare in Italia un'altra amministrazione in grado di garantire questo livello di servizi a sostegno delle fasce più deboli".

Altro "motivo di vanto", per il sindaco di Salerno, la cultura e le energie rinnovabili. Il primo cittadino non ha mancato di parlare del teatro Verdi, della raccolta differenziata e dell'impianto di compostaggio della zona industriale. Un "capitolo" della conferenza stampa di fine anno è stato dedicato alle opere in cantiere in città e non poteva, ovviamente, mancare un riferimento a piazza della Libertà e al Crescent: "Piazza della Libertà sarà pronta in estate, mentre già da gennaio si inizierà a lavorare sul secondo livello del colonnato del Crescent. Sempre a gennaio prenderanno il via i lavori per la realizzazione della struttura disegnata da Calatrava al Porto Marina d'Arechi e dovrebbero arrivare circa 6 milioni per il completamento delle prime palazzine della Cittadella Giudiziaria".

Non poteva mancare un accenno a Luci d'Artista: così come fatto su facebook, anche in occasione della conferenza stampa di fine anno De Luca ha riconosciuto che "bisogna fare di più per ridurre al minimo i disagi per i cittadini". In particolare nei giorni di festa la città è infatti rimasta bloccata a causa del traffico veicolare: parte dei residenti e diversi commercianti avevano mosso critiche all'operato dell'amministrazione comunale. Tuttavia il sindaco ha difeso Luci d'Artista, definendolo "un evento senza il quale l'economia di questa città sarebbe morta".

"Tutto ciò è il frutto di un lavoro immenso e di una gestione corretta e trasparente della macchina amministrativa - ha concluso il sindaco - Mentre in altre istituzioni si spendono milioni per gli staff, al comune di Salerno non si spreca un Euro. Dobbiamo essere orgogliosi di tutto questo. Salerno lancia un messaggio di bellezza, di speranza, di fiducia ad un paese sempre più ripiegato su se stesso".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vincenzo De Luca: "Ministro? Meglio fare il sindaco"

SalernoToday è in caricamento