rotate-mobile
social

Defibrillatore semiautomatico al Conservatorio di Musica “Giuseppe Martucci”

L'iniziativa del Rotary Club Picentia

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di SalernoToday

Il presidente del Rotary Club Picentia, dott. Rocco Di Riso, ha consegnato questa mattina un defibrillatore semiautomatico, completo di custodia, nel corso di una cerimonia ufficiale tenutasi nell’aula 38 del Conservatorio di Musica “Giuseppe Martucci”, alla quale hanno partecipato l’avv. Luciano Provenza, presidente del Conservatorio, il dott. Claudio Tringali, assessore alla Sicurezza, Trasparenza, Polizia Municipale e Protezione Civile, e il dott. Vincenzo Capuano, già direttore dell’U.O. di Cardiologia dell’Azienda Ospedaliera di Salerno.

“Con la donazione del dispositivo salvavita da parte del Rotary Club Salerno Picentia, che ringrazio sentitamente – ha dichiarato il presidente del ‘Martucci’ Provenza – la nostra Istituzione oltre ad essere un’eccellenza sul piano della formazione musicale, diventa anche un luogo più sicuro, cardioprotetto, dove si potrà affrontare l’emergenza con rapidità ed efficienza. Un presidio fondamentale per un Conservatorio che ospita quotidianamente migliaia di persone, fra studenti, docenti e personale amministrativo”.

Soddisfatto anche il dott. Di Riso, presidente del Rotary Salerno Picentia, giunto ormai quasi al termine del suo mandato annuale, sempre più convinto dell’importanza della promozione e diffusione della cultura del primo soccorso e della cultura di emergenza che riguardano la rianimazione cardiopolmonare.

“Il Rotary ha già donato decine di questi salvavita – ha precisato Di Riso – portando avanti il progetto “Salerno città cardioprotetta” avviato già nel 2015. Oggi qui al Conservatorio si è svolta un’altra giornata di service fattivo, autentico, nel pieno spirito rotariano”.

Sugli aspetti medici e sulle modalità d’uso defibrillatore, è intervenuto il dott. Capuano.

“In Italia muoiono circa 70.000 persone ogni anno di Morte Cardiaca – ha spiegato alla platea folta e attenta presente - spesso improvvisamente e senza essere preceduta da alcun sintomo o segno premonitore; altrettanto drammatico è il dato, che ogni 19 minuti muore una persona per una Morte Improvvisa che poteva essere evitata attraverso il trattamento immediato dell’Arresto Cardiaco con l’uso del Defibrillatore. Parliamo di pochi minuti. Il defibrillatore è un presidio salvavita fondamentale, così come lo è la formazione del personale chiamato alla sua gestione e all’eventuale suo utilizzo”.

“Sono felice di essere stato invitato a partecipare a questo tavolo – ha chiosato l’assessore Tringali – perché la necessità di dotare la città di strumenti idonei a renderla più sicura, anche sul fronte sanitario, è uno degli obiettivi che si è posta l’amministrazione comunale. La presenza di defibrillatori in luoghi e strutture pubbliche significherebbe poter salvare potenzialmente centinaia di vite umane. Di certo le problematiche da affrontare non sono poche, ma l’orientamento deve essere necessariamente quello di riempire la città di tanti punti salvavita”.

Nel corso dell’evento il pianista Gianluca Buonocore, allievo del Conservatorio “Martucci”, ha eseguito brillantemente lo “Scherzo n. 2” di Fryderyk Chopin, ricevendo gli applausi del pubblico presente e di tutti i relatori.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Defibrillatore semiautomatico al Conservatorio di Musica “Giuseppe Martucci”

SalernoToday è in caricamento