Allarme furti e ronde nei Picentini, lo sfogo di una lettrice: "Viviamo con la paura, aiutateci"

I ladri entrano in azione verso le 17.30/18.30. Le forze dell'ordine sono state allertate. "Fanno egregiamente il loro lavoro perchè sono presenti sul territorio, ma non riescono a porre fine a tutto questo"

E’ emergenza furti sui Monti Picentini. E, in particolare a San Mango Piemonte. A scrivere alla nostra redazione è una residente della zona che racconta: “Oramai siamo costretti a vivere barricati nelle nostre case, con la paura addosso anche per stendere i panni o affacciarsi semplicemente. Paura di rincasare, paura di uscire, paura di essere aggrediti in casa propria. Siamo stati presi di mira dai ladri. Si segnalano 4/5 furti ogni 2/3 giorni, le forze dell'ordine sono state allertate, fanno egregiamente il loro lavoro perchè sono presenti sul territorio ma non riescono a porre fine a tutto questo”.

La paura

La preoccupazione è soprattutto per i ragazzi più giovani che “si organizzano, rischiando anche per la propria incolumità, per fare le cosiddette ronde di sera”.  I ladri entrano in azione verso le 17.30/18.30.  “Orari in cui, se pur il tuo vicino fa un rumore pensi che sia facendo qualcosa ma non che ci siano i ladri! Io vivo da sola e sono letteralmente paralizzata dalla paura, non vi nascondo che ormai vivo con la scopa al mio fianco anche vicino al letto nella speranza che non fanno prima loro a darmela in testa”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: nuove indicazioni ministeriali in Campania, parlano i sindaci salernitani

  • Lutto a Salerno, è morta Laura Quaranta: tutti stretti attorno alla famiglia del dottor Della Monica

  • Sospetto caso di Coronavirus a Cava: bimbo al Cotugno, primi test negativi

  • Allerta Coronavirus, i sindaci chiudono le scuole: la mappa dei comuni

  • Caso sospetto di Coronavirus a Ravello, isolato autista: chiuso il pronto soccorso

  • Coronavirus, capaccese torna da Piacenza e non si sente bene: esito negativo al test

Torna su
SalernoToday è in caricamento