Covid-19, Conte firma il Nuovo Dpcm: ecco le nuove regole da seguire

L'Italia divisa in zone rosse, arancioni e verdi. I divieti in ogni territorio. Il nuovo provvedimento contiene - valide dal 5 novembre al 3 dicembre - sia norme valide per tutto il territorio nazionale, sia delle norme a livello regionale

Il premier Conte

Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha firmato nel corso della notte il nuovo Dpcm sulle misure restrittive anti-Covid. Il testo, che sarà pubblicato in Gazzetta già oggi, vede confermate le anticipazioni circolate a mezzo stampa già dal pomeriggio di ieri, tratte da una bozza di fatto confermata anche dopo il confronto con gli enti locali, conclusosi in tarda serata.

Le nuove regole da seguire 

Oggi il premier dovrebbe tenere una conferenza stampa sul provvedimento. Contiene - valide dal 5 novembre al 3 dicembre - sia norme valide per tutto il territorio nazionale, sia delle norme a livello regionale. Di fatto l'impianto è quello anticipato a "regime differenziato" con il Paese diviso in tre fasce a rischio: verde, arancione, rossa.

Misure valide per tutto il Paese (zona verde)

Tra le norme di livello nazionale ci sono: il coprifuoco dalle 22 alle 5 salvo autocertificazione, la chiusura dei musei e delle mostre, la didattica a distanza al 100% per le scuole superiori (salvo laboratori in presenza), per elementari e medie didattica in presenza ma con mascherine salvo per i bimbi con meno di 6 anni, chiusi i centri commerciali nei festivi e nei prefestivi, trasporti pubblici occupati non più del 50 per cento dei posti disponibili, bar e ristoranti chiusi alle 18 ma con la possibilità di restare aperti per il pranzo della domenica. Decretata anche la sospensione delle prove preselettive e scritte dei concorsi pubblici e privati e di quelle di abilitazione, ad esclusione dei casi in cui siano possibili su "su basi curriculari ovvero in modalità telematica". Chiusi gli angoli slot e scommesse nelle tabaccherie.

Misure che si aggiungono per la zona arancione

Nelle Regioni che si collocano in uno scenario intermedio le misure adottate sono invece più stringenti, e tra queste dovrebbe esserci la Campania. Oltre a quanto decretato per la "zona verde", sarà vietato ogni spostamento, in entrata e in uscita, dalla Regione e in un Comune diverso da quello di residenza, domicilio o abitazione, salvo che per comprovate esigenze lavorative, di studio, per motivi di salute o per situazioni di necessità. Chiusi anche bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie, ad esclusione delle mense e del catering, con l'autorizzazione per tutti alla consegna a domicilio e dell'asporto fino alle 22.

Ulteriori misure per la zona rossa

Nelle "zone rosse" si aggiungono ulteriori misure, ancora più stringenti, molto simili a quanto non sia stato già adottato la scorsa primavera. Chiusi i negozi al dettaglio, tranne alimentari, farmacie, edicole; chiusi i mercati di generi non alimentari, vietate le attività sportive anche nei centri all'aperto. Consentito svolgere individualmente attività motoria (sport e passeggiate), ma solo in prossimità della propria abitazione, individualmente. Didattica in presenza per scuola dell'infanzia, elementare e prima media. Restano - ed è una delle pochissime modifiche apportate tra la bozza e la versione finale - aperti i parrucchieri.

123503464_4619883614750582_173259499717938137_o-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm 3-4 dicembre: cosa cambierà, le anticipazioni

  • La strage del Covid-19: muore nella notte 33enne incinta, Nocera piange Veronica

  • In arrivo nubifragi in Campania: le previsioni meteo per Salerno e provincia

  • Beccato alla guida senza mascherina: multato conducente in autostrada

  • Morte di Veronica, la Lucarelli contro un giornalista locale: "Era importante specificare che fosse innamorata?"

  • Lutto a Buonabitacolo: muore a 35 anni l'Appuntato Scelto Luca Ferraiuolo

Torna su
SalernoToday è in caricamento