rotate-mobile
Lunedì, 15 Aprile 2024
Attualità

Fitto scrive ai sindaci per smentire De Luca, la Regione Campania replica: "Lettera falsa e diffamatoria"

Iannone: "I sindaci dovrebbero manifestare contro De Luca dal momento che, come il Ministro Fitto ha avuto modo di chiarire, la Regione Campania è stata palesemente inadempiente". E la Vietri: "Ancora una volta De Luca è stato smentito dai fatti”

"Totalmente falsa, offensiva e gravemente diffamatoria la lettera, indirizzata in data odierna a tutti i Comuni della Campania, con la quale il Ministro per la Coesione attribuisce agli uffici regionali il ritardo nello sblocco delle risorse del Fondo complementare destinate alla Regione Campania. Contrariamente a quanto dichiarato dal Ministro, le Autorità di Gestione della Regione Campania hanno comunicato progetti e risorse necessarie sin dal 27 giugno 2023 e il Presidente della Regione ha più volte, da mesi, segnalato l’esigenza di assegnazione urgente delle risorse, sollecitando la firma dell’Accordo anche per non bloccare i cantieri degli interventi in corso.

Gli Uffici Regionali, che proprio oggi hanno ricevuto apprezzamento dallo stesso Dipartimento sul lavoro svolto, respingono ogni responsabilità per eventuali danni connessi al ritardo e si riservano ogni azione a tutela dell’immagine e del buon nome dell’Amministrazione".


Lo precisano le Autorità di Gestione della Regione Campania: "La nota del Ministro, nella parte in cui invita i Sindaci a comunicare direttamente i dati relativi agli interventi da sostenere a valere sul Fondo di rotazione, costituisce una indebita ingerenza nelle competenze delle Autorità di gestione e comporta un ennesimo, inutile aggravio del procedimento, tenuto conto che tutti i dati, previamente verificati in apposita istruttoria, sono già in possesso del Dipartimento". La dura replica della Regione Campania arriva dopo che il Ministro Fitto, stamattina, aveva inviato a tutti i sindaci campani una lettera che ha ad oggetto la programmazione dei fondi nazionali della politica di coesione della Regione. "Il 14 febbraio scorso ho incontrato, su richiesta dall'Anci Regionale Campania, una delegazione di sindaci che ha espresso preoccupazione circa una presunta inadempienza del governo in merito alla definizione dell'accordo per la coesione tra la presidenza del Consiglio dei ministri e la Regione Campania, con particolare riferimento all'urgenza di individuare i finanziamenti per portare a termine i progetti dei Comuni non completati entro il termine del 31 dicembre 2023. Il successivo 16 febbraio, gli stessi sindaci hanno manifestato a Roma contro il Governo affinché sbloccasse le risorse richieste. Tuttavia, l'erogazione delle risorse non poteva avvenire senza la previa acquisizione della lista completa degli interventi da finanziare", ha puntualizzato il ministro per gli Affari europei, il Sud, le politiche di coesione e il Pnrr Raffaele Fitto. "Lo stesso 16 febbraio, ho inviato una nota alla Regione per sollecitare la trasmissione di tale documentazione. La Regione era chiaramente inadempiente, e non il governo. Dunque, la Regione ha organizzato la manifestazione contro il governo nella piena consapevolezza - accusa Fitto - che gli stessi uffici regionali avevano omesso di inviare, a quella data, gli elementi documentali necessari a sbloccare le risorse per i Comuni. Paradossalmente, sarebbe stato più opportuno che i sindaci, quel giorno, si fossero riuniti a Napoli per sollecitare la Regione ad inviare al Governo la documentazione necessaria…Ciò forse avrebbe portato la Regione ad anticipare la trasmissione della lista degli interventi da finanziare, lista che invece è stata inviata solo ieri sera, consentendoci di iniziare l'istruttoria non prima di oggi. Confermo l'impegno del Governo a fare tutto il necessario per venire incontro alle esigenze dei territori, ed a procedere, anche in Campania come sta avvenendo con tutte le altre Regioni, alla definizione degli Accordi per la Coesione", ha concluso Fitto.

Iannone e Vietri contro De Luca

“I sindaci dovrebbero manifestare contro De Luca dal momento che, come il Ministro Fitto ha avuto modo di chiarire, la Regione Campania è stata palesemente inadempiente, e non certo il Governo. Il governatore campano, con la piena adesione dell’Anci Campania, ha artatamente organizzato una manifestazione contro il Governo – che, a questo punto, possiamo definire abusiva – conscio del fatto che a quella data gli uffici regionali non avevano inviato i documenti che servivano per sbloccare le risorse per i Comuni, ossia la lista completa degli interventi da finanziare. Senza di essa l’erogazione delle risorse non poteva essere fatta. Una figuraccia istituzionale, insomma, che bene spiega il personaggio De Luca e le sue continue pantomime. De Luca non pensasse a fare manifestazioni e a scrivere manifesti. Se si fosse impegnato a lavorare, in Campania oggi non saremmo in questa condizione”, ha commentato il Senatore di Fratelli d’Italia, Antonio Iannone, Commissario Regionale del Partito in Campania. E il deputato campano di Fratelli d’Italia Imma Vietri incalza: “E’ giusto fare chiarezza: i Fondi di coesione e sviluppo non sono stati sbloccati dal Governo nazionale perché la Regione Campania, fino a ieri sera, non aveva ancora inviato la lista degli interventi da finanziare. Ancora una volta De Luca è stato smentito dai fatti -  ha detto - È davvero intollerabile che il governatore abbia, per l’ennesima volta, non solo preso in giro i cittadini della Campania, ma anche i sindaci e gli amministratori locali, alcuni dei quali lo hanno persino seguito nella sceneggiata ridicola che ha fatto a Roma davanti a Palazzo Chigi. Che figuraccia!! A questo punto - aggiunge Vietri - De Luca dovrebbe soltanto scusarsi con il Ministro Fitto che, nonostante le offese anche personali ricevute, ha mantenuto sempre la sua correttezza e il suo garbo istituzionale. Lo ringraziamo per aver ribadito, anche oggi, la grande attenzione del Governo Meloni verso le esigenze dei territori della Campania, una regione che non merita più di avere un governatore che la ridicolizza ogni giorno a livello nazionale”, chiude la Vietri.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fitto scrive ai sindaci per smentire De Luca, la Regione Campania replica: "Lettera falsa e diffamatoria"

SalernoToday è in caricamento